Varese

Varese, Stefano Malerba: la mia lista? Di popolo e costruita dal basso

La vignetta di Malerba

La vignetta di Malerba

“La libertà non è star sopra un albero”, cantava Giorgio Gaber. “E non è neanche star dentro al carrello”, ironizza Stefano Malerba, candidato civico a sindaco di Varese, che guarda con stupore al metodo con cui Mister Tigros, nuovo leader della Lega Nord varesina, sta lavorando alla propria lista elettorale.

“Vedo che il mio concorrente di centrodestra ha un concetto tutto suo della costruzione della lista. Un concetto che ricorda il calciomercato, solo che al posto dei giocatori ci sono persone vicine al suo mondo, il mondo del carrello, dove c’è chi ordina e chi esegue. Al contrario – prosegue Malerba – il lavoro che sto facendo io insieme agli amici della Lega Civica è molto diverso: la lista che sosterrà la mia candidatura è costruita dal basso, insieme ai cittadini, in piena libertà. La nostra non è una lista da salotto, ma di popolo: ciascuno con le proprie idee, le proprie istanze, la propria energia: una lista a misura di città, dove ogni problema, ogni esigenza, ogni ambito sociale e culturale deve trovare espressione e rappresentanza”.

Insomma, al potere economico di Orrigoni e alla struttura partitica di Galimberti, Stefano Malerba preferisce una terza via: la via del civismo. La via della libertà.

 

25 febbraio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs