Varese

Varese, Concorso logo 200 anni di Varese Città. Programma ancora ignoto

Giardini Estensi

Giardini Estensi

Al momento non è ancora stato reso pubblico il calendario di eventi e appuntamenti relativi ai 200 anni dell’elevazione di Varese al rango di Città. Un calendario di cui si conoscono alcune proposte, ma non tutto. Soprattutto non sono ancora chiari i contorni della grande mostra fotografica su Varese, che sta sollevando qualche polemica tra gli addetti ai lavori in merito alla scarsa presenza di fotografi “made in Varese”. 

Per ora è stato aperto il concorso di idee per la creazione del logo che identificherà i 200 anni dell’elevazione di Varese al rango di Città.

Il concorso - Il concorso è rivolto agli studenti iscritti nell’anno scolastico 2015-2016 alle scuole superiori varesine, che potranno aderire singolarmente. Ogni partecipante potrà inviare un solo progetto grafico.

Premio – Allo studente che realizzerà il logo vincitore verrà riconosciuto un premio di € 500.

Modalità - I partecipanti interessati devono far pervenire (anche da terzi) i loro elaborati entro e non oltre il giorno 29 marzo  alle ore 16 all’ufficio Promozione del Territorio (via Sacco, 5), consegnando il plico a mano durante l’apertura degli uffici (da lunedì a giovedì dalle 8.30 alle 13 e dalle 14 alle 16 e il venerdì  dalle 8.30 alle 12.30).  La partecipazione è anonima e pertanto ogni concorrente è tenuto alla presentazione di un plico/busta contenente due buste sigillate con nastro adesivo trasparente applicato sui lembi di chiusura. La prima busta dovrà contenere:  domanda di partecipazione; copia del documento di identità

La seconda busta, formato A4, dovrà contenere: una relazione che indichi le caratteristiche dell’elaborato e spieghi la logica e gli intenti comunicativi, stampata su un unico foglio A4 utilizzabile solo in fronte, massimo di 30 righe, font Arial 12;  una tavola in formato A4 con riproduzione del logo in quadricromia su fondo bianco con base da cm 15 ( lato di un quadrato o diametro di un cerchio)

Caratteristiche del logo –  Il logo presentato deve essere originale e inedito, sviluppato espressamente per il concorso,esteticamente gradevole, facilmente distinguibile e adattabile a diverse dimensioni;  deve essere ingrandibile o riducibile pur conservando la sua efficacia comunicativa sia nelle riproduzioni in bianco e nero che a colori ed al variare di dimensioni, formato o tipologia di stampa;  non deve violare i diritti di terzi, incluso, ma non solo, copyright, marchi e brevetti, o qualsiasi diritto o proprietà intellettuale; non deve contenere elementi identificativi che rimandino all’ideatore.

Giuria - La valutazione delle idee pervenute sarà curata dal Comitato organizzativo.

Info - Per informazioni e chiarimenti in merito al presente bando è possibile contattare Ufficio Promozione del Territorio al numero 0332.255432 oppure via e-mail all’indirizzo promozione.territorio@comune.varese.it; oppure recarsi presso gli uffici della Promozione del Territorio in via Sacco, 5, previo appuntamento.

Tutti i concorrenti potranno avere accesso agli atti che hanno portato alla formazione della graduatoria e all’identificazione del logo vincitore rivolgendosi all’Ufficio Promozione del Territorio, previo appuntamento.

 

23 febbraio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti a “Varese, Concorso logo 200 anni di Varese Città. Programma ancora ignoto

  1. ombretta dg il 23 febbraio 2016, ore 15:26

    son troppo abituata a lavorare su strategie quinquennali se non decennali e cercare un logo a febbraio per maggio lo prevedo solo se i due mesi non son dello stesso anno!

    invece date ai giovin un lavoro (500 euro?) da realizzare in due mesi?
    200 anni da studiare in due mesi per ideare un logo (spero non anche realizzare)?

  2. Sergio ghiringhelli il 23 febbraio 2016, ore 22:02

    Certo, il tempo è ristretto, ma non impossibile.
    Vedrà che i nostri giovani la e ci stupiranno.
    Ma, forse è più facile sparare su tutto e tutti , anziché lavorare o proporre.
    Sono veramente stanco di gente che poco fa è sempre critica.
    Arrivo adesso da una lunga riunione in cui abbiamo lavorato su circa 50 eventi da
    realizzare per le celebrazioni dei 200 anni e sinceramente pur non aspettandomi
    Riconoscenza di sorta , non sono disponibile a sentire le solite litanie su come si
    poteva fare.
    Da tempo ho diviso l’umanità tra chi parla e chi lavora.
    Dei primi mi interessa poco , per gli altri la mia porta o il mio cellulare sono sempre aperti o accesi.
    Decida lei dove collocarsi. Cordialmente.

  3. a.g. il 23 febbraio 2016, ore 22:33

    Bene attendiamo al più presto il ricco cartellone…

  4. ombretta dg il 24 febbraio 2016, ore 15:02

    mi scusi gentile Assessore,

    ma non le consento di offendermi con il suo
    “è più facile sparare su tutto e tutti, anziché lavorare o proporre”.

    e per questo accetterei le sue scuse, se riuscisse a porgermele.

    perché non può permettersi di gettare “fango” su chi 938.000 euro ce li ha messi sulla sua città!
    in soli 11 anni e cinque mesi.
    ma privatamente, senza intaccar i danari pubblici.
    anzi contribuendo a portarne (vada ad analizzare quanto il regolamento elettrosmog (questo sconosciuto) fa entrar nelle casse comunali) grazie al lavoro ed allo studio di cittadini che si sono messi a disposizione della “casa” comunale.

    di proposte al Comune di Varese ne ho fatte tante e l’ho anche sempre inserito nelle molteplici attività che proponiamo gratuitamente al pubblico. da privati apartitici.
    pensi l’UNESCO pone da ben 12 anni Varese in cima alle attività italiane nel panorama mondiale della Giornata istituita per celebrar la poesia! (grazie a me, non certo al comune ed alla provincia, che invece io ho sempre gentilmente inserito protocollando richieste su richieste che passano in giunta e vengono approvate sempre solo per pubblicizzare la mia città, non per godere di sostegno economico o altro!).

    sta parlando con chi di proposte ne ha fatte tante e messe in pratica.
    non con chi “si lamenta e non agisce” (e magari avrebbe anche ottime ragioni per farlo!).

    mi spiace lei ignori il mio lavoro: eppure ne ha i risultati davanti agli occhi…

    i 200 anni di Varese elevata a città, per me, debbono essere celebrati con un grande political slam elettorale, dove gli slammer sono proprio coloro che vogliono condurre questa città da giugno in poi.

    mi candido ufficialmente ad eMCee, visto che con lo slam ho portato in Italia e negli USA (e ritorno) la mia città. e qualcosina di “spoken word” ne so.
    (per scoprire di che parlo faccia un breve search su google “poetry slam varese” (se ci aggiunge abrigliasciolta, scopre anche che sono il direttore editoriale ed uno dei due fondatori!).

    porto anche le lavagnette per il pubblico!

  5. Sergio ghiringhelli il 24 febbraio 2016, ore 17:31

    Ma , cara signora fa e disfa tutto lei. Nulla di nuovo comunque.
    Guardi che al centro dell’universo non vi è la sua persona.

Rispondi

 
 
kaiser jobs