Attualità

Unioni civili, papa Francesco: “Non mi immischio nella politica italiana”

Papa Francesco

Papa Francesco

Papa Francesco stupefacente. Durante il viaggio di ritorno dal Messico, il pontefice esterna su questioni politiche di stringente attualità, con parole che fanno il giro del mondo in pochi secondi.

I giornalisti fanno diverse domande a papa Bergoglio, una straordinaria figura che sta certamente passando alla storia per quanto riguarda la storia della Chiesa e non solo.

A chi gli parla del candidato ultraconservatore Donald Trump e alla sua idea di costruire 2500 chilometri di muro per proteggere gli States dagli immigrati, Francesco risponde: “Grazie a Dio, ha detto che sono politico: Aristotele ha definito la persona umana come “animale politico”, significa che almeno sono una persona umana!”. Continua il Papa: “una persona che pensa soltanto a fare muri e non ponti, non è cristiana. Questo non è nel Vangelo. Se dice queste cose, quest’uomo non è cristiano”. 

Ancora più forti le affermazioni sulle unioni civili, tema che sta infuocando il dibattito politico italiano. Cosa pensa il Papa delle unioni civili e, in particolare, sulle adozioni? “Prima di tutto, non so come stanno le cose nel Parlamento italiano. Il Papa non si immischia nella politica italiana. Nella prima riunione che ho avuto coi vescovi italiani, a maggio del 2013, una delle cose che ho detto è stata: col governo italiano arrangiatevi voi, perché il Papa è per tutti e non può mettersi nella politica di un Paese. L’Italia non è il primo Paese che fa questo. Io penso ciò che la Chiesa ha sempre detto”.

 

19 febbraio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs