Regione

Regione, Maroni duro su Rizzi. Mozione di sfiducia delle opposizioni

pirelli - CopiaDuro il giudizio del presidente del Pirellone, il leghista Roberto Maroni, sul caso Rizzi, consigliere regionale leghista e presidente della Commissione Sanità, papà della riforma sanitaria regionale, arrestato nell’ambito di una inchiesta per tangenti nel sistema sanitario lombardo.

A “Virus”su Rai 2, Maroni dichiara: “Ho letto gli atti e mi pare ci siano delle prove schiaccianti. Ci sono dei magistrati politicizzati, in questo caso mi pare di poter dire che hanno fatto egregiamente il loro lavoro”. Continua Maroni: “O dimostra la sua innocenza o se ne deve andare”. Infine “chi commette un errore così grave non può più fare politica. Men che meno rappresentare i cittadini nelle istituzioni”.

Nel frattempo vanno all’attacco le opposizioni in Regione, puntando a sfiduciare il numero uno della Regione. Hanno depositato la mozione di sfiducia a Maroni annunciata nei giorni scorsi da Pd e Patto Civico, a cui si sono aggiunti i Cinque Stelle.

 

19 febbraio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs