Varese

Varese, San Valentino, la crisi condiziona le scelte floreali degli innamorati

ammoreLa crisi incide anche a San Valentino. E così sono in molti a preferire il regalo di una pianta in vaso, più duratura, alla più tradizionale scelta del mazzo di fiori recisi, che in ogni caso resiste e vede, in primo piano, la tradizionale rosa rossa. E’ quanto stima Coldiretti Varese nel sottolineare la grande eterogeneità delle ‘scelte di spesa’ nella provincia prealpina: soprattutto i più giovani spenderanno dai 12 ai 20 euro per omaggiare la propria amata, ma una buona quota di intervistati si dichiara disponibile anche a una spesa maggiore, sui 30 euro.

Come detto, la rosa resta regina, anche se guadagnano posizioni gli amaryllis, gli anthurium, le begonie, le gerbere e le varietà in vaso come orchidee e kalanchoe.

“Saranno circa un milione i lombardi che – sottolineano Fernando Fiori e Francesco Renzoni, presidente e direttore di Coldiretti Varese –andranno da fioristi e vivaisti per la giornata degli innamorati. Dati importanti per la nostra provincia: il segmento del florovivaismo vede Varese ai vertici nazionali quanto a “peso” sull’intera economia agricola provinciale. Di certo, l’attuale congiuntura preoccupa i nostri imprenditori: è necessario incentivare la produzione e il fiore ‘made in Varese’”.

In particolare, la provincia prealpina ha puntato su produzioni specializzate e può contare su 322 ettari dedicati.

Piante e fiori ‘a filiera corta’ si possono trovare anche presso gli Agrimercati della provincia di Varese, oltrechè nei “Punti Campagna Amica” presenti sul territorio (l’elenco dettagliato è sul portale www.campagnamica.it, con selezioni per provincia e specificità produttive).

La mappa lombarda dei “ti amo” con i fiori racconta che a Varese e a Sondrio dai 12 ai 20 euro, fra Como e Lecco dai 15 ai 20 euro, aBergamo dai 20 ai 25 euro come a Lodi, a Milano e a Monza fra i 20 e i 25 euro, a Brescia dai 25 ai 30 euro per un bouquet, aCremona fra i 15 e i 20 euro e a Mantova fra i 15 e i 30 euro, mentre a Pavia si spendono in media dai 20 ai 30 euro a confezione.

Ovviamente – sottolinea Coldiretti Varese – dipende dalla grandezza del bouquet o del vaso e dalla varietà di piante o fiori scelta: le singole rose, ad esempio, possono andare dai 3 ai 7 euro, mentre le orchidee partono dai 10 euro a pianta, mentre chi vuole risparmiare può puntare sulle primule che costano poco più di mezzo euro l’una.

“Come da tradizione, fiori e piante – Concludono Fiori e Renzoni – sono dunque fra i regali più apprezzati per San Valentino, ma rappresentano anche un comparto agricolo molto importante visto che in Lombardia dà lavoro a oltre 14 mila persone, con circa 5mila imprese attive e un giro d’affari che, pur colpito dalla crisi, resiste sopra i 200 milioni di euro”.

 

12 febbraio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs