Varese

Varese, Affresco al Castello di Belforte. Conte (Pd): giace dimenticato

castello1Ci sono temi che emergono e poi finiscono nel dimenticatoio. E’ il caso del Castello di Belforte, che si è riaffacciato più volte nel dibattito politico (ci fu persino una giornata di studi nell’aprile scorso) e che ora viene posto muovamente sotto i riflettori dal consigliere comunale Pd a Varese, Luca Conte.

“E’ una grande e piacevole sorpresa scoprire come la nostra città, non seconda a tanti altri angoli d’Italia, riservi ancora pregevoli sorprese storiche ed artistiche, quali il recente ritrovamento presso villa Dandolo, in pieno centro Varese, di un prezioso affresco settecentesco di Pietro Antonio Magatti. Altrettanto apprezzabile è vedere come gli amministratori locali abbiano dedicato attenzione e parole di elogio alla scoperta”.

Continua Conte: “Probabilmente lo stesso entusiasmo venne riservato, pochi anni orsono, ad una analoga scoperta, ovvero il rinvenimento di un affresco quattrocentesco presso il Castello di Belforte. Forse non tutti ricordano infatti, che in occasione dei lavori di ristrutturazione dell’ala seicentesca del vecchio maniero che domina il viale, venne ritrovato un grande e pregevole affresco raffigurante una Madonna con San Rocco e San Sebastiano”.

“Peccato che a tale entusiasmo sia seguito il nulla – rimarca il consigliere comunale Pd -. Il Castello giace abbandonato, le ali non ristrutturate paiono destinate al crollo nel totale disinteresse, l’ala su cui sono stati investite decine di migliaia di euro a breve inizierà a deteriorarsi, l’affresco è alla merce di chiunque e forse altri tesori si celano dietro l’intonaco. Tutto ciò dimostra la reale sensibilità della Giunta Fontana e dell’assessore Longhini per il patrimonio artistico della città, molto più dei proclami a mero uso elettorale. L’auspicio è che l’ennesima denuncia serva a sensibilizzare affinché si giunga ad un rapido intervento”.

3 febbraio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs