Regione

Regione, Sindacati a fianco degli esuberi delle Camere di commercio

sindacati1Giovedì 28 gennaio le lavoratrici e i lavoratori delle Camere di Commercio, delle Unioni regionali e delle aziende partecipate presenti su tutto il territorio lombardo si riuniranno in assemblee sindacali unitarie per avviare la mobilitazione contro i tagli imposti dalla riforma Madia.
Il decreto di riordino del sistema camerale, che il Consiglio dei Ministri potrebbe discutere il 29 gennaio, prevede la riduzione del 15% del personale. Mille dipendenti, sui settemila oggi impiegati nelle Camere, potrebbero essere licenziati. Tra questi ci sono anche le lavoratrici e i lavoratori lombardi.
Cgil, Cisl e Uil del pubblico impiego denunciano gli effetti disastrosi che il riordino del sistema camerale, così come è stato progettato, avrà non solo sui dipendenti delle Camere, delle Unioni regionali e delle aziende partecipate, ma anche sulle imprese e i cittadini: a rischio ci sono i servizi di organizzazione e tutela degli enti, dei piccoli e grandi imprenditori, di quanti lavorano nel commercio.
Giovedì mattina i lavoratori lombardi prepareranno unordine del giorno da presentare ai parlamentari e ai politici della nostra regione, denunciando la gravità della situazione e chiedendo anche alle istituzioni locali di farsene carico

27 gennaio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs