Varese

Varese, Eyal Lerner porta sul palco la grande tradizione culturale ebraica

Eyal Lerner

Eyal Lerner

Martedì 26 gennaio dalle ore 13.30 alle ore 15.45 alla Sala Montanari di Varese è in programma “Che non abbiano fine mai…La memoria ebraica fra musica e racconti”, uno spettacolo di e con Eyal Lerner.

Prendendo avvio dagli ultimi istanti di vita di Chana, si narra la storia del popolo ebraico attraverso sia aspetti musicali e sia racconti legati alla tradizione: i ragazzi avranno così l’occasione di conoscere una cultura, in particolare musicale, ricca, comunicativa e universale, quella di un popolo che sopravvissuto a secoli di diaspore e migrazioni, ha saputo trasformare le avversità in ottimismo, creatività e speranza.

La vicenda di Chana Senesh si dipana accompagnata dalle ironiche canzoni in lingua Yiddish, dalla trascinante musica Klezmer con cadenze russe e zingaresche, dalle dolci melodie Sefardite, nate dall’esilio spagnolo, che echeggiano un deciso sapore arabo e dallo scorrere inesorabile della macchina da guerra nazista con le sue invasioni, vittorie, strategie, non ultimo lo sterminio: la Shoah.

Ingresso: 5 euro

Per maggiori informazioni: www.coopuf.org, cantinateatro@gmail.com, tel. 339 6177718

25 gennaio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs