Varese

Varese, Messa dei giornalisti, il prevosto: grande la responsabilità dei media

La messa all'Istituto Salesiano di Varese

La messa all’Istituto Salesiano di Varese

Si è celebrata questa mattina a Varese, all’Istituto Salesiano, la tradizionale messa dedicata a giornalisti e operatori della comunicazione in occasione della festa del patrono San Francesco di Sales.

Una celebrazione presieduta da monsignor Franco Agnesi, Vicario Episcopale per la Zona pastorale di Varese e concelebrata dal decano, don Mauro Barlassina, dal prevosto della città, monsignor Luigi Panighetti, da padre Gianni Terruzzi, direttore di Radio Missione Francescana. 

Nel corso dell’omelia monsignor Agnesi ha fatto riferimento al messaggio di Papa Francesco per la cinquantesima Giornata delle Comunicazioni Sociali. “Il Papa legge le comunicazioni sociali in un’ottica di misericordia: una comunicazione che favorisce i ponti, l’integrazione, l’inclusione, uscendo dai circoli viziosi di condanne e vendette”. ”Occorre pensare – ha continuato Agnesi – ad una società umana fatta non da estranei che competono, ma come una casa in cui la porta è sempre aperta”.

Il vicario episcopale ha ricordato che “la prima forma di misericordia è l’ascolto e San Francesco di Sales si caratterizzava anche per la capacità di ascolto”. Nel Vangelo, monsignor Agnesi ha cercato “la notizia di oggi”: “La notizia è che Dio è capace di suscitare la meraviglia, la sorpresa nella complessità della storia e della vita. Come si dice nel Vangelo di Marco, la pietra che i costruttori hanno scartato è diventata testata d’angolo”.

Al termine della celebrazione, in cui il giornalista Marco Dal Fior ha dato lettura dei nomi dei giornalisti scomparsi a Varese, ultimo dei quali è stato Gaspare Morgione, ha preso la parola il prevosto di Varese monsignor Luigi Panighetti, che ha sottolineato il “compito etico” della comunicazione: “Sono importanti i periodici e i quotidiani locali per il servizio che offrono ai cittadini”. “I media – ha continuato il prevosto – devono essere eco della verità e della misericordia, e hanno una importante responsabilità per il peso che hanno nella società di oggi”. Panighetti ha auspicato che “i media abbiano un buon rapporto anche con il mondo ecclesiale”.

23 gennaio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs