Varese

Varese, A tutta cultura il raffinato calendario targato abrigliasciolta

La copertina del calendario

La copertina del calendario

Una vera chicca, quella donata ad amici e sostenitori dalla piccola e combattiva casa editrice varesina abrigliasciolta di Ombretta Diaferia e Alessandro Gianni. Un regalo consueto, a gennaio, come un calendario da scrivania, ma in realtà si tratta di un percorso, che va dal 2004 al 2015, per immagini, un percorso culturale ricco di idee e iniziative, di libri e di personaggi. Il calendario non è in commercio, è stato stampato in una cinquantina di copie, ma merita un cenno in una città che appare spesso in affanno quanto ai temi culturali.

Nelle immagini è possibile rivivere bei momenti dedicati alla cultura e alla creatività. Sempre nella penombra della qualità, spesso controcorrente. A gennaio si rivede un grande: il poeta italo-americano Bob Viscusi con il suo poema in versi “ellis island”, epopea dei nostri bisnonni e nonni che andavano per il mondo in cerca di fortuna, un po’ come fanno oggi quelli che taluno definisce “clandestini”. A febbraio, un altro indimenticabile appuntamento: la bella lettura dei versi di Thomas M. Croce “Nei boschi tra il bene e il male”, con la bella e brava fotografa Roberta Tudisco.

Appare poi “Carovana dei versi”, poesia portata nel mondo quotidiano, il collettivo itinerante che occupa il mese di marzo, mentre ad aprile riappare la stagione di “Aloud” (spoken word e poetry slam), vero cuore degli ultimi anni di abrigliasciolta, affidata ai volti sorridenti di tre protagoniste: la stessa Ombretta, Tiziana Cera Rosco e la mitica Dama Daino. Il vincitore dell’ultima edizione di “Aloud”, Alfonso Mario Petrosino a maggio.

Ma ciò che più piace di questo simpatico cadeau è che i poeti la fanno da padroni, sì proprio i tanto amati poeti: la Dama Daino in una bella edizione della milanese “Festivaletteratura” a giugno, Marc K. Smith ed Antonella Visconti a luglio, il poeta operaio e pittore Sandro Sardella ad agosto. Un maestro ci attende a settembre: il grande Kemeny protagonista della serata “Radicati nella bellezza” al Teatro Filodrammatici di Milano.

Ultimi tre mesi tra nostalgia e ricordo, a partire dalla bella libreria aperta in via Albuzzi l’8 ottobre 2004, punto di incontro tra letture e culture, che rivive ad ottobre, una serata al Piccolo Teatro di Milano a novembre e chiusura, a dicembre, con volumi e locandine di eventi. Cioè la ragione ultima e prima di tanti che in questi anni si sono mobilitati per la cultura insieme e grazie ad abrigliasciolta….lunga vita alla casa editrice made in Varese, ma con lo sguardo oltre.

 

 

 

21 gennaio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi