Varese

Varese, Giornata della Memoria, “Il Grande Dittatore” di Chaplin in versione restaurata

Il Grande Dittatore di Chaplin

Il Grande Dittatore di Chaplin

Diverse le pellicole proposte dall’associazione Filmstudio 90 di Varese in occasione della Giornata della Memoria. A partire dal film ”Il Labirinto del silenzio”, una pellicola intensa ed originale firmata da Giulio Ricciarelli, attore e regista italo-tedesco, di nascita milanese e tedesco di formazione.

Il film racconta la storia di un magistrato che nel dopoguerra indaga sui responsabili dei crimini nazisti, scontrandosi con l’establishment politico tedesco dell’, ma soprattutto con il desiderio di rimozione che riguarda l’intera società tedesca. Una posizione difficile che il giovane magistrato paga con l’isolamento e il drammatico confronto con se stesso, uomo tedesco non avulso dalla sua società. Il film si potrà vedere ancora domani lunedì 18 gennaio – ore 21 presso Filmstudio. Un film bellissimo che la Germania ha scelto per concorrere alla corsa degli Oscar 2016.

Ma questo non è che la prima proposta. Un altro film è “Una volta nella vita”, un film di Marie-Castille Mention-Schaar, che narra della classe seconda A del liceo Léon Blum di Créteil, nella banlieue parigina, è conosciuta come catastrofica per i suoi studenti ingestibili e per i loro scarsi risultati scolastici. Una classe parigina multietnica che, grazie ad un’intelligente e sensibile insegnante, affronterà un concorso sulla Resistenza e la Deportazione, temi che porteranno i ragazzi ad appassionarsi alla ricerca storica.

C’è anche la pellicola “Il figlio di Saul” (in uscita il 21 gennaio), film diretto da László Nemes, Gran Premio della Giuria a Cannes ed entrato oggi in shortlist per la corsa all’Oscar come Miglior Film Straniero. Il figlio di Saul è uno degli eventi cinematografici più attesi della stagione. Saul Ausländer (Géza Röhrig) fa parte dei Sonderkommando di Auschwitz, i gruppi di ebrei costretti dai nazisti ad assisterli nello sterminio degli altri prigionieri. Mentre lavora in uno dei forni crematori, Saul scopre il cadavere di un ragazzo in cui crede di riconoscere suo figlio. Tenterà allora l’impossibile: salvare le spoglie e trovare un rabbino per seppellirlo. Ma per farlo dovrà voltare le spalle ai propri compagni e ai loro piani di ribellione e di fuga.

Infine il 28 gennaio sarà proposta la versione restaurata del capolavoro pacifista e antinazista di Chaplin “Il Grande Dittatore”, grandissima pellicola che è possibile rivedere al meglio grazie al lavoro di recupero svolto dalla Cineteca Italiana.

Questi bei film, oltre alla programmazione a Filmstudio e al Cinema Teatro Nuovo, prevedono anche matinées per le scuole con biglietto a prezzo ridotto per i ragazzi. Un’iniziativa a cui hanno già aderito diverse scuole del territorio provinciale, dal Liceo Classico Cairoli al Verri, fino al Casula e al Manzoni. 

 

17 gennaio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs