Varese

Varese, Due comitati per i 200 anni di Varese città. Polemiche in vista

Il Comune di Varese

Il Comune di Varese

Scelte a forte rischio polemiche, quelle che la giunta Fontana si appresta a fare in vista delle celebrazioni dei 200 anni della elevazione di Varese a città. Oggi, nella riunione della giunta presieduta dal primo cittadino, è passato un atto di indirizzo che stabilisce che si saranno ben due comitati e un logo che sarà realizzato, grazie ad un concorso, dai ragazzi delle scuole superiori.

L’auspicio è quello di coinvolgere l’intera città, ma il problema è che il percorso verso le celebrazioni cada proprio nei mesi di corsa verso le elezioni, con campagna elettorale annessa. Addirittura le manifestazioni decise da questa giunta e dai comitati finiranno per vedere la luce a luglio, quando ci sarà un altro sindaco e un’altra giunta.

Tra le decisioni di oggi l’idea, come spiega l’assessore Sergio Ghiringhelli, di creare due comitati: un comitato d’onore, formato al massimo da otto membri, in cui entreranno il presidente della Regione, Maroni, il sindaco Fontana, almeno due assessori (lo stesso Ghiringhelli e l’assessore alla Cultura Simone Longhini). Un comitato a rischio polemiche che non mancheranno di scoppiare fra una settimana, quando una nuova riunione di giunta renderà pubblica la lista dei nomi. Ci sarà un secondo comitato, più organizzativo, con almeno dieci nomi dentro. “Non voglio fare una cosa di parte”, rimarca Ghiringhelli all’uscita dalla giunta. Ma è facile nutrire dubbi.

A partire dal fatto che le decisioni su quella che dovrebbe riguardare l’intera città al momento sono di pertinenza della giunta, e non del Consiglio comunale.

12 gennaio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “Varese, Due comitati per i 200 anni di Varese città. Polemiche in vista

  1. Sergio ghiringhelli il 12 gennaio 2016, ore 20:06

    Quando si vuole innescare polemiche ci si comporta cosi’.
    1- Gli Assessori Ghiringhelli e Longhini ( delegati dalla Giunta) a organizzare le celebrazioni , non faranno parte del Comitato d’Onore , come si evidenza dal testo della delibera , ma di quello Organizzativo.Nel primo entreranno solo i massimi esponenti Istutuzionali e i rappresentanti di realtà’ non legate ai partiti. Associazioni di categoria , rappresentanze del mondo imprenditoriale , della società.
    2-il Comitato organizzativo sarà composto oltre che dagli Assessori suddetti di personalità del mondo culturale , storico, del volontariato , assolutamente di tutte le parti sociali e collegabili a tutte le ideologie.
    Per meglio capirci, ho gia’ contattato persone che so’ non essere della mia stessa ideologia , ma che hanno molto da dare e dire sull’argomento. Non escludendo di coinvolgere esponenti del Consiglio Comunale di vari schieramenti.

    Ma davvero , caro Direttore ci reputa cosi’ sprovveduti da voler fare una cosa di parte?

    E poi , a parte le imprecisioni , non reputa perlomeno inopportuno fomentare polemiche senza aver prima visto i nome delle personalità’ coinvolte? Gia’ , ma siamo in piena campagna elettorale .

  2. a.g. il 12 gennaio 2016, ore 20:50

    Appunto, siamo in campagna elettorale…

  3. Sergio ghiringhelli il 12 gennaio 2016, ore 21:27

    Gia’ . Ma cosa dovremmo fare ? Non celebrare la ricorrenza!
    E poi, di cosa si ha paura. Stai tranquillo Direttore , il problema sarà
    Probabilmente il contrario di quanto temi.

Rispondi

 
 
kaiser jobs