Varese

Varese, Con “Lo Schiaccianoci” al via “Note di Scena”. Ecco tutte le date

teatrooooo (1)E’ stato presentato il nuovo cartellone della rassegna “Note di Scena”, un’iniziativa che propone 17 appuntamenti che si svolgeranno al Cinema Teatro Nuovo di Varese. Si parte giovedì 14 gennaio con “Lo Schiaccianoci”, balletto di Tchaikovski messo in scena alla Royal Opera House e che al teatro di viale dei Mille si potrà vedere sul grande schermo (spettacoli alle ore 16 e alle ore 21). Una bell’esordio per la rassegna organizzata da Filmstudio 90, che da otto anni promuove un programma che si fonda sull’intreccio (oggi si dice “contaminazione”) tra linguaggi e arti diverse. A parlare del cartellone Giulio Rossini, presidente di Filmstudio, e Adriano Gallina, presidente dell’associazione Rag Time, che dentro “Note di Scena” organizza sei spettacoli per la rassegna “Gocce”.

Tanti gli appuntamenti di “Note di Scena”, dal balletto in versione grande schermo al teatro, dalla musica dal vivo a grandi capolavori del cinema in versione restaurata. “Una rassegna – sostiene Giulio Rossini, che oltre a dirigere Filmstudio è anche presidente dell’Arci provinciale di Varese – che si consolida, anno dopo anno, grazie a due punti fermi: la proposta di intrecci linguistici ed espressivi, e la costante ricerca del nuovo, dell’innovazione nelle arti”. “Cerchiamo di valorizzare – continua Rossini – la ricerca di senso nuovo superando però vecchi steccati, distinzioni obsolete tra linguaggi. E ciò che più ci ha premiato in questi anni è di essere stati seguiti da spettatori attenti e curiosi, spesso anche giovani”.

Una serie di proposte che, fa intendere Rossini, sta creando un’alternativa a proposte più commerciali, che magari puntano sul grande allestimento o sul grande nome per attirare pubblico. “Certo, anche noi siamo interessati a grandi interpreti come Paolini (di cui vedremo, al Teatro Apollonio, la Ballata di uomini e cani, il 29 e 30 gennaio) – continua Rossini -. Ma continuiamo a dare spazio alle realtà indipendenti, alle autoproduzioni, al teatro giovane e di innovazione”. Tante proposte diverse. Forse troppe in un calendario, quello di “Note di Scena”, che parte a gennaio e termina a maggio? “Sì, c’è un po’ il rischio dell’overdose…Però è bello che un insegnante possa scegliere tra cose diverse, tra un film da cineteca, un bel concerto o una proposta teatrale di qualità. Una ricchezza importante, che dovrebbe portare le istituzioni a stringere un rapporto più stretto, a sostenere di più queste proposte”.

Ecco il cartellone completo della rassegna “Note di Scena”:

giovedì 14 gennaio – ore 16 e 21

Ingresso euro 10 /rid.8

IL BALLETTO AL CINEMA

LO SCHIACCIANOCI – live registrato alla Royal Opera House, durata 100’

Musica: Pyotr Il’yich Tchaikovsky, direttore d’orchestra: Koen Kessels, coreografia: Peter Wright da Lev Ivanov, scenografia: Julia Trevelyan Oman, cast: Laura Morera, Myiako Yoshida, Iohna Loots, Ricardo Cervera.

Liberamente ispirato alla novella di E.T.A. Hoffmann, la storia inizia durante la celebrazione delle festività natalizie a casa di Clara e della sua famiglia, per proseguire attraverso una sequenza di sogni e incantesimi che conducono la fanciulla in un magico viaggio nella Terra della Neve e nel Regno dei Dolci. Quella di Peter Wright è una produzione incantevole e incantata. Gli alberi di Natale che crescono meravigliosamente, l’eccitante battaglia tra il cattivo Re dei Topi e l’esercito dei soldati giocattolo, la vivace musica di Čajkovskij, gli squisiti frammenti della coreografia originale di Lev Ivanov (come il bellissimo passo a due della Fata Confetto e del suo Cavaliere) sono gli ingredienti di uno spettacolo magico che affascina da sempre grandi e piccini.

 

giovedì 21 gennaio – ore 16 e 21

Ingresso euro 12/rid.10

EVENTO CINEMA

VINICIO CAPOSSELA NEL PAESE DEI COPPOLONI di Stefano Obino, Italia 2015, 105’

Un viaggio cinematografico – reale, geografico, musicale e fantastico – narrato, cantato e vissuto da Vinicio Capossela, nei luoghi, nelle storie e nei personaggi che hanno ispirato il suo percorso artistico, umano e culturale. Sia l’azione del film che quella del libro cui è ispirato si svolgono in Alta Irpinia, in “quelle terre dell’osso” in cui “un paese ci dice di tutti i paesi del mondo”. Tra trivelle petrolifere e ferrovie abbandonate, boschi e paesaggi incontaminati, paesi arroccati, sposalizi mancati e personaggi “in attesa di un treno”, un percorso nel mondo della verità – la Natura – come luogo antico e magico dove si va a finire dopo la vita e da cui si viene prima.

 

giovedì 28 gennaio – ore 16 e 21

Ingresso euro 7/rid. 5

CAPOLAVORI RESTAURATI

IL GRANDE DITTATORE di Charlie Chaplin, Usa 1945, 125’, v.o. con sottotitoli italiani

con Charlie Chaplin

Un nuovo classico restaurato per le sale italiane grazie alla distribuzione di Cineteca di Bologna. In questa pietra miliare del cinema, Il grande dittatore, il genio comico del muto Charlie Chaplin prende per la prima volta la parola per ridicolizzare nientemeno che Adolf Hitler. Chaplin ‘dichiara guerra’ al dittatore tedesco, a tutte le dittature, attraverso il grande schermo e realizza uno dei più grandi capolavori pacifisti del cinema mondiale. Prima del film il cortometraggio “Chaplin ritrovato – Il grande dittatore”.

 

giovedì 4 febbraio – ore 16 e 21

Ingresso euro 7 /rid. 5

EVENTO CINEMA

LA DANZA DELLA REALTA’ di Alejandro Jodorovsky, Cile 2013, 130’, v.o. spagnola con sott. italiani

con Alejandro Jodorovsky, Brontis Jodorovsky, Axel Jodorovsky, Adan Jodorovsky, Pamela Flores

Un grande ritorno: l’ultimo film del grande regista e artista cileno (come non ricordare almeno El Topo e La montagna sacra?), presentato a Cannes nel 2013 e finalmente disponibile in Italia, esplora e reinventa la propria infanzia in una catena di ricordi e sogni, grottesca e straniata. Un film divertente, coloratissimo, illuminato, per un cinema, dice la critica, che “parla all’anima, allarga gli orizzonti e resta a lungo negli occhi e nel cuore di chi lo vede”.

 

venerdì 5 febbraio – ore 21

Ingresso euro 18/rid. 15

LIVE MUSIC

POPA CHUBBY in concerto – in collaborazione con Black&Blue

Popa Chubby – guitar, lead vocal, Rich Monica – drums , Sam Smith – bass

Popa Chubby, nato come Ted Horowitz, dopo aver festeggiato l’anno scorso ben 25 anni di “hard rocking blues” si ripresenta con un doppio Cd live, Big Bad and Beautiful, 27 tracce live registrate in Francia dove il blues rimane alla base del suo stile. “Sin da quando sono cresciuto con Hendrix, Cream e Led Zeppelin, a quando ho iniziato a suonare blues nei club newyorkesi, ho capito che anche il blues può essere pericoloso, non solo suonare nelle band punk; Howlin’ Wolf e Muddy Waters erano uomini pericolosi, ti potevano colpire o sparare se pensassero fosse necessario e Little Walter si portava una pistola e non avrebbe esitato ad usarla. Questo pericolo è la parte reale del blues e io cerco di tenerla viva nella mia musica.” Sito ufficiale:www.popachubby.com.

 

giovedì 11 febbraio – ore 16 e 21

Ingresso euro 7/rid. 5

EVENTO CINEMA

LO STRADONE COL BAGLIORE di Ranuccio Sodi, Italia 2015, 80’

La Milano della banda dell’Ortica, delle scarpe da tennis, la Milano di Veronica al Carcano in pè: è la Milano degli anni Settanta, per il regista Ranuccio Sodi, il teatro di un incontro, quello con Enzo Jannacci. Ne nasce non solo una collaborazione ma una profonda amicizia, che soltanto la morte del cantautore nell’aprile del 2013 potrà spezzare. Sodi raccoglie filmati rarissimi, materiali inediti, ricordi private per un omaggio in musica, parole e immagini ad un uomo indimenticabile.

 

giovedì 18 febbraio – ore 21

Ingresso euro15 /rid. 12/stud.10

GOCCE

IDENTITA’ di e con Marco Baliani e Maria Maglietta

Produzione Casa degli Alfieri

La parola “identità” ci viene incontro in ogni momento della nostra vita sociale, oggi, più ancora di quanto non accadesse anni fa. E’ come una parola puntaspilli dove vanno a infilarsi e a convergere una pluralità di temi, di sostanze, ma anche di racconti. Nei secoli ma anche in tempi a noi prossimi, esaltando la parola “identità” abbiamo visto compiersi massacri, negandola abbiamo visto compiersi stermini. Lo spettacolo tenta di toccare qualcuno di questi “territori”, come può fare il teatro, mettendo in scena conflitti, facendo domande, senza dare soluzioni univoche, riflettendo su come la parola Identità si presti ad essere relativizzata e modificata a seconda dei contesti.

 

giovedì 25 febbraio – ore 21

Ingresso euro 12/rid.10

LIVE MUSIC

ANDHIRA in concerto lo spettacolo si terrà presso il Liceo Musicale

Quattro musicisti straordinari (Luca Nulchis : pianoforte, armonium indiano, Elena Nulchis : voce, armonium indiano, percussioni, Cristina Lanzi : voce, Egidiana Carta : voce, flauto traverso) per una musica senza confini, sorprendente world music di infinita ricchezza sonora. All’attivo due album che hanno ricevuto consensi notevoli nel mondo della musica etnica, “Sotto il vento e le vele” e “Nakitirando” e collaborazioni con Dori Ghezzi, Sergio Ferrentino, Mauro Pagani, Lella Costa, Luigi Cinque, Elena Ledda, i D.F.A, Djivan Gasparian, Fausto Mesolella (Avion Travel), Mauro di Domenico.

 

giovedì 3 marzo – ore 21

Ingresso euro 15 /rid. 12/ stud. 10

GOCCE

POTEVO ESSERE IO di Renata Ciaravino, con Arianna Scommegna

Produzione Compagnia Teatrale Dionisi /Kilowatt Festival/ Teatro Dell’orologio di Roma

Uno spettacolo dedicato ai bambini che siamo stati e che non smetteremo mai di essere, uno spettacolo dedicato a chi è sopravvissuto all’infanzia e della cui sacralità ha saputo ben poco… Quei bambini e ragazzi poi sono cresciuti: ognuno a procedere alla cieca cercando di salvarsi. Ma cosa ci fa salvare? E se uno si salva, veramente si è salvato? Cosa ci fa andare da una parte o dall’altra? Quante volte abbiamo detto: “Potevo essere io, e invece, poi, no.” “Potevo essere io” è il racconto di una bambina e un bambino che diventano grandi partendo dallo stesso cortile. Due partenze, stessi presupposti. Ma finali diversi. E in mezzo la vita.

 

giovedì 10 marzo – ore 16 e 21

Ingresso euro 7 /rid. 5

CAPOLAVORI RESTAURATI

NOSFERATU IL VAMPIRO (Eine Symphonie des Grauens), di Friedrich Wilhelm Murnau, Germania 1921, 106′

“Il film capitale del cinema muto”. Dal Dracula di Bram Stoker, la storia immortale di Nosferatu, il non-morto che semina la peste, assorbe e spegne le forze vitali, attenta all’equilibrio dell’universo, finché un sacrificio femminile farà sorgere l’alba sulla città liberata. Copia restaurata dalla Cineteca di Bologna con nuova colonna sonora… Un evento da non perdere!

 

giovedì 17 marzo – ore 21

Ingresso euro 15 /rid. 12/ stud. 10

GOCCE

ARIMO! – Genova che non mi lascia di Filippo Farina e Valentina Maselli con Filippo Farina, regia di Valentina Maselli Una coproduzione Rag Time e Numeri Immaginari

Arimo è la parola magica dei bambini, che, se pronunciata, ha il potere di fermare, di sospendere tutto. Una sospensione necessaria. Come quando si alzano le mani in segno di resa. È la regola: davanti alle mani alzate tutto si ferma. Si sospende. A Genova erano migliaia le mani alzate. Ma a Genova non è stato contemplato il fattore umano. Mai, nemmeno per un momento, è stata rispettata la resa…

giovedì 7 aprile – ore 21

Ingresso euro 15/rid. 12/stud. 10

GOCCE

TORNO INDIETRO E UCCIDO IL NONNO di e con Roberto Abbiati e Andrea Brunello, regia di Leonardo Capuano

Produzione Compagnia ArditoDesio

Un celebre paradosso della fisica suppone che un nipote torni indietro nel tempo e uccida suo nonno prima che incontri sua nonna, dunque prima che potessero sposarsi ed avere discendenza. Se ciò fosse possibile, il nipote non sarebbe mai potuto nascere, dunque non sarebbe mai potuto tornare a ritroso nel tempo ed uccidere suo nonno… Lo spettacolo, che ha debuttato nell’ottobre 2014 al Festival della Scienza di Genova, affronta una delle domande più profonde di tutti i tempi: “Dove va il Tempo che passa?“.

 

giovedì 14 aprile – ore 21

Ingresso euro 15/rid. 12/stud. 10

GOCCE

CARROZZERIA ORFEO in “THANKS FOR VASELINA”

regia Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti, Alessandro Tedeschi

Acclamato dal pubblico e dalla critica arriva finalmente a Varese uno degli spettacoli-rivelazione degli ultimi anni.

Gli Stati Uniti d’America, con il sostegno dei paesi alleati, hanno deciso di bombardare il Messico, distruggendo tutte le piantagioni di droga e classificando le numerose vittime come “effetti collaterali”, con il pretesto di “esportare” la propria democrazia. Fil, cinico-disilluso, e Charlie, determinato animalista e difensore dei diritti civili, entrambi trentenni e con un futuro incerto, coltivano nel loro appartamento grossi quantitativi di marijuana…

 

giovedì 21 aprile – ore 16 e 21

Ingresso euro 7 /rid. 5

IL TEATRO AL CINEMA

URGE di Alessandro Bergonzoni e Riccardo Rodolfi, Italia 2015

“Urge”: lo spettacolo teatrale di Bergonzoni diventa un film.“Sembra di parlare a un muro? Sembra che un muro parli. Riprendere Urge, girarlo, schermirlo, è l’altra versione della vastità e del suo voto. Una rincorsa”. Alessandro Bergonzoni racconta così, con il consueto linguaggio poetico e fulminante, le ragioni che lo hanno portato a presentare sul grande schermo il film tratto dal suo famoso spettacolo. Il film nasce da una ripresa in alta definizione di cinque cineprese piazzate in altrettanti punti e rimontata attraverso un attento lavoro di regia. Ne è nata un’opera inedita nel percorso artistico di Bergonzoni: “Abbiamo girato uno spettacolo, ma senza capovolgerlo….”

 

giovedì 28 aprile – ore 21

Ingresso euro 15/rid. 12/stud. 10

GOCCE

Marco Sgarbi in MARX A SOHO di Howard Zinn, adattamento e regia di Giulio Costa

Coproduzione Fondazione Aida e Associazione culturale Arkadis

Marx è tornato! Dopo una lunga serie di proteste nell’aldilà, ha ottenuto la possibilità di tornare sulla terra per riscattare il suo nome e la sua reputazione. Purtroppo però, per un errore burocratico, invece di arrivare nella Soho londinese dove viveva con la famiglia, capita nella Soho newyorchese, uno dei centri nevralgici dell’economia mondiale contemporanea…

 

giovedì 5 maggio – ore 21

Ingresso euro 10/rid. 8

LIVE MUSIC

D’AMORE E GUERRA

Spettacolo con i THOSE , musiche di Those, De Andrè, Fossati, Vecchioni

Un viaggio nella passione per la vita, alla luce della luna che rischiara la trincea, nell’ombra che protegge due amanti e che nasconde l’altra faccia della medaglia. Una medaglia d’oro, una medaglia di latta, la moneta per traghettare dal principio alla fine e ritrovarsi uomo oltre ogni tempo.

A cento anni dalla prima guerra mondiale, uno spettacolo ricco di suggestioni che unisce immagini, musica e parole, perfetta sintesi della filosofia che ispira “Note di Scena”. Appluditi alla festa per i 25 anni di Filmstudio 90, arrivano sul palco del Nuovo: Carlo Ascoli (tastiere, armonica), Samuele Danini (batteria), Franco Galbiati (basso), Umberto Pozzi (voce), Mario Visco (chitarra).

 

giovedì 12 maggio

Ingresso euro 15/rid. 12/stud. 10

GOCCE

ANGELA DE MATTE’ in MAD IN EUROPE

spettacolo “in lingua originale” di e con Angela Dematté, regia del gruppo Mad in Europe

Uno spettacolo che ha vinto il prestigioso Premio Scenario 2015 con la seguente motivazione: “Angela Dematté dimostra maturità di scrittura scenica sostenuta dall’invenzione di un personaggio alla deriva e dalla ricerca di una lingua capace di raccontarlo. La frammentazione dell’interiorità di una donna si fa metafora della crisi dell’utopia europea: la scissione fra maternità, religione e ruolo sociale si rifrange nel mescolamento delle lingue dando vita all’ossimoro di una koiné babelica”.

Prezzi: vedere i singoli eventi come indicato. Le riduzioni sono riservate ai soci Filmstudio 90, ARCI, Uni 3 Varese, Auser, Coop, enti convenzionati, giovani fino 18 anni, over 65

 

 

 

12 gennaio 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs