Regione

Regione, Arpa Lombardia: aria fredda spazza via lo smog

smog-autoCome previsto,  l’ingresso di aria più fredda nella giornata di ieri ha contribuito a un parziale rimescolamento dell’atmosfera, anche se l’effetto è stato più marcato sulla parte orientale della regione e sull’alta pianura.

Secondo i dati rilevati dalla rete di monitoraggio della Qualità dell’Aria di ARPA Lombardia le concentrazioni di PM10 a Milano  si sono attestate tra 45 e 59 μg/m3,  portando a 36 i giorni di superamento consecutivi in città. Il picco massimo in regione si è registrato nella stazione di Voghera con una concentrazione di 70 μg/m3 .

I superamenti della soglia permangono anche nei capoluoghi di Pavia, con 61 μg/m3, Como con 54 μg/m3, Sondrio con 54 μg/m3, Lodi con 53 μg/m3 .

Una condizione migliore si rileva  a Monza, con  46 μg/m3, a Bergamo con 39 μg/m3, a Brescia con 43 μg/m3, Cremona con 48 μg/m3, Mantova con 41 μg/m3, Lecco 39 μg/m3, Varese 44 μg/m3.

Salgono a 101 i giorni di superamento dei limiti dall’inizio dell’anno a Milano, rispetto ai 35 previsti dalla normativa. Alla stessa data, l’anno scorso, particolarmente piovoso, a Milano i giorni di superano erano invece stati 68, 81 nel 2013, 106 nel 2012, 132 nel 2011, 84 nel 2010, 105 nel 2009, 110 nel 2008, 131 nel 2007, 148 nel 2006, 151 nel 2005, 134 nel 2004, 151 nel 2003, 163 nel 2002.

Oggi e soprattutto domani, la situazione resta in prevalenza stazionaria  con passaggi nuvolosi a tratti estesi, precipitazioni assenti e venti generalmente deboli con qualche locale rinforzo da Est. 

Sabato 2 gennaio è previsto il rapido  transito di una perturbazione atlantica che favorirà un ricambio della massa d’aria. In giornata saranno possibili precipitazioni deboli sparse e  nevischio sotto i 500 metri.

 

31 dicembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs