Roma

Discorso del presidente Mattarella: ancora troppi giovani senza lavoro

Il presidente Mattarella

Il presidente Mattarella

Primo discorso a reti unificate per il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che parla non dallo studio al Quirinale, ma dal salotto del suo appartamento privato. Un discorso di venti minuti, attento ai problemi dei cittadini.

“A tutti un buon 2016 – dice il presidente -. L’anno che sta per concludersi ha recato molte novità intorno a noi: alcune positive, altre di segno negativo. Questa sera vorrei dedicare questi minuti con voi alle principali difficoltà e alle principali speranze della vita di ogni giorno”.

“L’occupazione è tornata a crescere. Ma questo dato positivo, che pure dà fiducia, l’uscita dalla recessione economica e la ripresa non pongono ancora termine alle difficoltà quotidiane di tante persone e di tante famiglie”. “Il lavoro manca ancora a troppi dei nostri giovani. Sono giovani che si sono preparati, hanno studiato, posseggono talenti e capacità e vorrebbero contribuire alla crescita del nostro Paese. Ma non possono programmare il proprio futuro con la serenità necessaria”. “Accanto a loro penso a tante persone, quarantenni e cinquantenni, che il lavoro lo hanno perduto, che faticano a trovarne un altro e che vivono con la preoccupazione dell’avvenire della propria famiglia”.

31 dicembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs