Varese

Varese, L’anno più caldo sta per finire. Parola di Centro Geofisico Prealpino

vareseoooooBilancio dell’anno che sta per chiudersi, da un punto di vista meteo, da parte del Centro Geofisico Prealpino di Varese. Il 30 Novembre 2015 si è chiuso l’anno meteorologico 2015 iniziato il 1 Dicembre 2014. Dal punto di vista climatico ha fatto registrare molte anomalie positive di temperatura in inverno, primavera ma soprattutto in estate e in particolare nel mese di luglio. In autunno, solo novembre è stato più caldo della norma stagionale. Nel suo compesso, il 2015 è risultato l’anno più caldo misurato a Varese (Tmedia=14,4°C), oltrepassando il record precedente appena stabilito dal 2014 (Tmedia=14,1°C) che aveva, a sua volta, eguagliato il 2003.

Le piogge totali (1508 mm) sono state di poco inferiori alla media (1567 mm) anche a causa di un mese di dicembre 2014 particolarmente secco, del lungo periodo di bel tempo estivo e di novembre asciutto. L’unico periodo più fresco della media si è verificato tra fine agosto e il 20 ottobre. Un particolare contributo al totale delle precipitazioni è stato portato quest’anno dalla seconda parte di gennaio e febbraio miti e piovosi, e successivamente con il contributo importante di pochi eventi particolarmente intensi come i forti temporali del 15 maggio, 14 giugno e 9 – 10 agosto. L’autunno ha contribuito con una attiva perturbazione il 13 e 14 settembre e con le piogge portate dal ciclone mediterraneo transitato sulla Sardegna il 3-4 ottobre.

Gli unici record assoluti di temperatura sono stati registrati nel mese di luglio (mese più caldo, decade più calda, temperatura minima più alta) ma Dicembre 2014 era stato il secondo più caldo mentre Gennaio il terzo più caldo. Nel suo complesso l’inverno è risultato il terzo più caldo. In primavera Aprile è stato il quarto più caldo e maggio il sesto più caldo. Giugno è stato il quarto più caldo e la prima decade di giugno la più calda misurata nel mese. L’estate è risultata la seconda più calda dopo quella del 2003 soprattutto a causa della prolungata ondata di calore del mese di luglio che è al primo posto dei mesi più caldi a Varese, avendo superato di ben 0.7°C anche agosto 2003.

Le temperature massime hanno raggiunto i 35,5°C a solo un grado dal record assoluto di 36.5°C del 1983 mentre le minime hanno fatto segnare un nuovo record con 25.5°C il giorno 7 luglio. In autunno novembre è stato il quarto più caldo grazie soprattutto alla prima decade di novembre che è stata la più calda registrata nel mese.

Le piogge non hanno fatto segnare record particolari. Solo la stagione invernale ha totalizzato piogge significativamente superiori alla media (381 mm +51%), perlopiù concentrate dopo il 17 gennaio. La neve in città è arrivata in febbraio con 18 cm nei giorni 5 e 15 e solo 2 cm in gennaio il giorno 30.

Con un totale di 1508 mm il 2015 ha fatto registrare piogge leggermente inferiori (-4%) alla media che sul periodo 1966-2014 vale 1567 mm. L’anno in corso con 2646 mm è stato invece il più piovoso a Varese almeno dal 1965, superando di molto il record precedente stabilito nel 2002 con 2397,5 mm. Al terzo posto troviamo il 2000 con 2237 mm. Nei tre anni precedenti 2013-2011 le piogge furono appena sotto la media e comparabili a quelle del 2015, mentre negli anni 2008-2009-2010 si registrarono piogge abbondanti, con totali sempre al di sopra dei 2000 mm.

Il 2015 è poco sotto la media (1567 mm) e il 2014 è l’anno più piovoso della serie. I mesi che hanno più contribuito alle piogge annuali del 2015 sono stati soprattutto gennaio, febbraio, maggio settembre e ottobre. Particolarmente asciutto novembre. L’unico mese di novembre più secco fu nel 1978.

La giornata più piovosa del 2015 è stata il 15 maggio con 92 mm, che è al quarantottesimo posto (periodo 1966-2014) tra quelle più piovose che seguono il record di 258,6 mm registrato il 13 settembre 1995. Poche giornate a Varese quest’anno hanno superato il sia pur modesto livello di 50 mm: il 14 giugno (81,2 mm), il 27 aprile (52,7 mm) e il 15 febbraio. Tuttavia in provincia alcuni temporali hanno portato piogge localmente più intense. Ad esempio il 15 maggio a Leggiuno si sono raggiunti 172 mm, il 14 giugno a Lurago 117 mm, 24 luglio a Cavaria-Albizzate 106 mm, 9 agosto a Busto Arsizio 94,6 mm, 5 ottobre a Malpensa probabilmente oltre 80 mm.

Benché vi siano grandi fluttuazioni tra la pioggia totale da un anno all’altro, non sembra emergere dall’analisi statistica una tendenza all’aumento o diminuzione dell’apporto idrico sul lungo periodo in questi ultimi 49 anni mentre si constata una lieve tendenza alla diminuzione dei giorni piovosi soprattutto nella stagione invernale. Nel 2015 il numero dei giorni con piogge significative (superiori o uguali a 1 mm) nell’intero anno  sono stati solo 83, nettamente al di sotto della media (1967-2013) di 98. Dal 16 dicembre al 16 gennaio 2015 si è anche verificato un periodo di siccità di 30 giorni, evento ormai piuttosto comune nella stagione invernale e che si è puntualmente verificato di tutti gli inverni dal 1998 in poi (con eccezione del 2009, 2010 e 2013) e che si sta ripresentando in novembre e dicembre per la stagione invernale 2015/2016.

28 dicembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs