Varese

Varese, “Natale con i miei” al Santuccio, Cappellini: portiamo il Natale fuori dal palazzo

Le parole introduttive dell'assessore Cappellini al Santuccio

Le parole introduttive dell’assessore Cappellini al Santuccio

Divertente e leggero, lo spettacolo che, nell’ambito del ciclo “Natale con i miei. Blitz artistici nei luoghi di vita”, si è svolto questa sera al Teatro Santuccio di Varese. Uno spettacolo che è stato organizzato dall’assessore alle Culture, Identita’ e Autonomie di Regione Lombardia, Cristina Cappellini. Un momento simpatico per passare un’ora con il gruppo “Spondaladra”.

E’ stata proprio l’assessore Cappellini a prendere la parola all’inizio dello spettacolo. “Abbiamo voluto portare il Natale fuori dal palazzo, fuori da Milano, nei vari territori”. “Con questi spettacoli – ha continuato la Cappellini – abbiamo voluto fare gli auguri in luoghi di vita quotidiana, che non ospitano spesso momenti di musica e poesia. A parte questa sera, questo percorso ci ha condotti in case di cura, in ospedali, in luoghi in cui è stato bello portare l’atmosfera natalizia, spesso insieme a due testimonial d’eccezione, Omar Pedrini e Alberto Fortis”. Insomma, un modo, ha concluso l’assessore regionale, per “testimoniare ancora una volta la vicinanza della Regione alle comunità e ai territori”.

Dopo le parole della Cappellini, è partito il divertente concerto del gruppo nato nel 2011 tra Lago Maggiore e Milano, che al Santuccio ha presentato alcuni suoi brani spiritosi e originali, che ricordavano spesso il rock demenziale in voga qualche anno fa, ma anche le sonorità dei “Lunapop”. Tutti bravi: Gianluca Vigato, Mauro Morgano, Luciano Ronchetti, Danilo Vigiani e Andrea Tovaglieri.

Al concerto erano presenti, oltre all’assessore, anche don Michele Barban e Davide Rovera, presidente di Lombardia Informatica.

 

 

 

 

27 dicembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs