Varese

Varese, Pugno di ferro dell’Arma contro i furti nelle case e nei negozi

CarabinieriProsegue l’azione di contrasto al fenomeno dei furti in abitazione e presso gli esercenti commerciali messa in campo dai Carabinieri del Comando Compagnia di Varese, al fine di consentire alla cittadinanza di trascorrere in modo sereno il periodo delle festività natalizie.

A Besozzo, la sera del 18 dicembre,  i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un 31enne di nazionalità romena, con l’accusa di furto aggravato e continuato di beni di vario genere, commesso ai danni di due supermercati della zona. Denunciata in stato di libertà, con la stessa accusa, la compagna dell’uomo, sua connazionale.

I due romeni, con diversi precedenti dello stesso tipo e in Italia senza fissa dimora, venivano bloccati dai militari all’uscita del Tigros di Besozzo, dove avevano appena rubato diverse bottiglie di alcolici, nascondendole sotto la muta da sub che indossavano occultata dall’abbigliamento. La successiva perquisizione a bordo dell’autovettura utilizzata consentiva di rinvenire beni di vario genere, tra cui liquori, vini e cosmetici, per un valore complessivo di circa 1.700,00 euro, dei quali i due non sapevano fornire alcuna spiegazione. Le ricerche immediatamente avviate dai militari per verificare se nelle vicinanze fossero stati commessi furti simili, consentivano di accertare che parte della refurtiva era stata sottratta poco prima presso il supermercato Famila di Somma Lombardo.

Il maltolto veniva prontamente restituito ai legittimi proprietari. Ulteriori indagini sono in corso per verificare l’eventuale provenienza furtiva della merce non riconosciuta dalle vittime che, nell’attesa, è stata sequestrata assieme alle tute da sub utilizzate per commettere i furti. 

Nella mattinata odierna convalidata la misura precautelare adottata dai carabinieri a carico del cittadino romeno, nei cui confronti il Giudice ha disposto gli arresti domiciliari.

Ad Azzate, la notte del 19 dicembre  i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un 51enne disoccupato di Varese, già affidato in prova al Servizio Sociale, nei cui confronti l’Ufficio di Sorveglianza di Varese – all’esito dell’ennesima sentenza definitiva di condanna emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Genova – emetteva un ordine di carcerazione per cumolo di pene. L’arrestato veniva condotto presso il Carcere di Varese.

A Gavirate, nel pomeriggio sempre del 19 dicembre i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato in stato di libertà due donne di origini cubane, rispettivamente di 62 e 38 anni, ed un 31enne del posto, tutti con l’accusa di tentato furto ai danni del negozio O.V.S. del Centro Commerciale “Campo dei Fiori di Gavirate”.

In due distinti episodi, uno che ha visto come protagoniste le due donne, l’altro solo l’uomo, i malfattori hanno cercato di sottrarre alcuni capi di abbigliamento all’interno del negozio, nascondendoli all’interno delle borse che portavano al loro seguito. La merce, del valore complessivo di 175,00 euro circa, è stata restituita al legittimo proprietario.

20 dicembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Pugno di ferro dell’Arma contro i furti nelle case e nei negozi

  1. Giuseppe il 23 dicembre 2015, ore 17:46

    Ci stiamo prendendo in giro, la cruda realtà è che la legge tutela più i delinquenti che gli onesti cittadini!!!!! La criminalità va contrastata prima che colpisca, non dopo!!!!!

Rispondi

 
 
kaiser jobs