Varese

Varese, Tanti auguri da Varesevive con SOS (Save Our Souls)

Lo spettacolo ospitato nella sede di Varesevive

Lo spettacolo ospitato nella sede di Varesevive

Diverse le iniziative promosse, nell’anno che sta per terminare, dall’associazione Varesevive. Eventi spesso realizzati in collaborazione, ma che nell’associazione presieduta da Giuseppe Redaelli hanno trovato un motore potente. Dall’indimenticabile concerto dei Solisti Veneti in San Vittore fino alla grande cena solidale in piazza con finalità benefiche. “Una serie di iniziative esterne che hanno fatto diminuire gli incontri nella nostra sede – dice Redaelli -, ma nel prossimo anno, anche rispondendo alla richiesta di parecchi amici, riprenderemo appuntamenti in grado di fare passare qualche momento sereno”.

Un breve bilancio in occasione di un brindisi natalizio nella sede di Varesevive, dove ha preso la parola anche Antonio Bandirali, che ha presentato la mostra appena inaugurata al Castello di Masnago con opere del Circolo degli Artisti di Varese dedicate a “La Commedia Dantesca” (il catalogo è stato stampato dalle Edizioni Lative).

Una serata, quella di Varesevive, che – oltre ad ottimi piatti serviti a tavola – ha potuto gustare un piccolo evento culturale dal titolo singolare: SOS, tre lettere che si possono tradurre con “Save Our Souls” (Salviamo le nostre anime), ma anche con Silvia e Silvano. Si è trattato di un momento di poesia e musica presentato dalla giornalista Nicoletta Romano e proposto dalla talentuosa pianista Silvia Bianchetti Cirincione e dall’ottimo attore Silvano Melia. Dai due protagonisti una cavalcata nel tempo attraverso grandi musicisti, da Mozart a Chopin, da Schubert a Debussy, intrecciati ai versi di grandi poeti, da Dante a Majakovskij fino a Marinetti. Un dialogo tra arti diverse seguito con attenzione e molto applaudito ed apprezzato.

 

13 dicembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs