Varese

Varese, Primarie Centrosinistra, Galimberti: il Sacro Monte, per me è una priorità

Davide Galimberti

Davide Galimberti

Ultime ore prima del voto delle primarie del centrosinistra in programma a Varese domenica 13 dicembre. Ma continua l’impegno dei candidati sindaci per illustrare programmi e scelte per il futuro della città.

Il candidato Davide Galimberti rimarca i temi legati a quella che lui chiama scommessa “sull’industria del bello e della cultura”. Un fronte su cui il candidato ha insistito più volte nel corso della campagna per le primarie e che ora, alla vigilia del voto, Galimberti rilancia con forza: “Viste le caratteristiche della città il Comune non può non investire risorse ed energia per contribuire a far partire un settore che apre possibilità di occupazione soprattutto per i giovani. Il patrimonio artistico e paesaggistico, l’università e le numerose realtà associative sono gli elementi per fare della cultura e del turismo l’elemento qualificante di una nuova vocazione della città in aggiunta a quella produttiva e terziaria. Dobbiamo sfatare il luogo comune che “con la cultura non si mangia”.

Ma Galimberti concentra l’attenzione, in particolare, su quel tesoro di arte, cultura e fede che è il Sacro Monte di Varese, un luogo-simbolo per la città che il candidato intende rilanciare.

Il candidato, oltre all’istituzione dello Sportello unico per la cultura che velocizzerà tutte le pratiche relative alla cultura, pone tra le priorità della sua azione di governo, una volta eletto sindaco, “la valorizzazione del Sacro Monte e del Campo dei Fiori attraverso la creazione di una grande area pedonale”. In altre parole, per Galimberti il Sacro Monte e il Campo dei Fiori “dovranno essere raggiungibili solo con il mezzo pubblico così da rendere concreto il recupero dell’albergo del Campo dei Fiori”. Un progetto ambizioso che conferma l’attenzione del candidato per i temi della cultura e del turismo. 

12 dicembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs