Regione

Regione, Assessore Cappellini: Salvatore Fiume, artista da riscoprire

L'assessore Cappellini (al centro) con i figli dell'artista, Luciano e Laura, titolari della Fondazione Fiume

L’assessore Cappellini (al centro) con i figli dell’artista, Luciano e Laura, titolari della Fondazione Fiume

“Salvatore Fiume, pur non essendo lombardo d’origine, e’ diventato un simbolo dei nostri luoghi, ed  e’ questo uno dei motivi principali per cui Regione Lombardia ha deciso di sostenere con orgoglio e soddisfazione la mostra che si inaugura oggi alla Villa Reale di Monza”.

Cosi’ l’assessore alle Culture, Identita’ e Autonomie della Regione Lombardia Cristina Cappellini, intervenuta oggi alla conferenza stampa di presentazione della mostra ‘Salvatore Fiume: L’Italia dei miti (le grandi opere 1940-1950)’, inaugurata nel Serrone della Reggia di Monza.

La personale dell’artista, nel centenario della sua nascita, e’ promossa dalla Fondazione Salvatore Fiume, in collaborazione con il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza e Regione Lombardia e curata da  Elena Pontiggia: presenta 15 opere, di cui 11 dipinti e 4 bozzetti, e restera’ aperta al pubblico fino al 24 gennaio 2016.

“Visitando l’atelier dell’artista nell’ex filanda di Canzo (Como)- ha continuato l’assessore Cappellini – non si puo’ non rimanere colpiti dall’incanto e dal pathos che Fiume ha trasmesso attraverso le sue opere”.

Proprio in occasione del ‘Centenario’ della nascita, in concomitanza con la mostra di Monza e di quella che si aprira’ a Roma nei Musei Vaticani il 17 dicembre, l’assessore Cappellini partecipera’, lunedi’ 21 dicembre, all’apertura straordinaria dell’ex filanda di Canzo con visita guidata a cura dei figli dell’artista. Tra i presenti all’incontro con la stampa, infatti, oltre ai figli dell’artista, Luciano e Laura, anche il sindaco di Canzo Fabrizio Turba e la curatrice della mostra Elena Pontiggia.

Il legame con il territorio lombardo, per questo pittore, scultore, architetto, scrittore e scenografo, nato in Sicilia nel 1915, e’ sottolineato anche dalla sua presenza a Palazzo Lombardia, sede della Regione.

“Mi ha fatto molto piacere – ha spiegato l’assessore regionale -

la scelta di inserire nel ‘Catalogo del centenario’ anche le

immagini dello Spazio Fiume a Palazzo Lombardia, che accoglie in

maniera permanente 13 opere donate alla Regione dai figli di

Salvatore Fiume, Luciano e Laura”.

 

UN ECLETTICO DA SCOPRIRE – “Sosteniamo questa mostra – ha

proseguito l’assessore Cappellini -, perche’ consente di ammirare

opere ancora poco conosciute: c’e’ ancora molto da scoprire di

questo artista eclettico e Regione Lombardia intende rendere

omaggio non solo alla sua cifra stilistica ma anche alla

straordinaria dedizione dei suoi figli”.

9 dicembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs