Milano

Milano, Prima Scala, Cappellini: Giovanna d’Arco ci riporta a radici cristiane

L'assessotre Cristina Cappellini

L’assessotre Cristina Cappellini

“Un grande ritorno sul palco della Scala per la Giovanna d’Arco di Verdi, una scelta importante e pienamente condivisibile che, in un momento storico complesso e tormentato come quello che stiamo vivendo, assume un significato ancora piu’ forte. La vicenda di Giovanna d’Arco purtroppo e’ quanto mai attuale vista la fase storica che stiamo attraversando, in cui il martirio e’ ancora strumento di persecuzione e di morte a danno dei cristiani, per mani diverse in diverse aree del mondo”.

Lo ha affermato l’assessore alle Culture, Identita’ e Autonomia della Regione Lombardia, Cristina Cappellini, questa sera alla Prima della Scala di Milano.

“La figura di Giovanna d’Arco – ha sottolinea l’esponente della Giunta Maroni – questa sera ci deve far riflettere una volta di piu’ sulla nostra storia di europei e di cristiani, sulla nostra identita’ e su quelle radici cristiane che l’Unione europea ha colpevolmente mancato di riconoscere ufficialmente”.

7 dicembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs