Varese

Varese, Primarie Centrosinistra, Marantelli: no ai parcheggi nel verde pubblico

giardiniestensiiiiLa gestione dell’immenso patrimonio ambientale e naturalistico di Varese rappresenta uno dei fulcri principali del programma di Daniele Marantelli. «D’altronde siamo la Città Giardino e dobbiamo recuperare pienamente questa vocazione» spiega il candidato alle primarie del centrosinistra.

Dai Giardini Estensi ai parchetti rionali, sino alle immense ville di stile liberty, Varese pullula di spazi verdi che necessitano «costante manutenzione e attenzione» prosegue Marantelli «perché il verde è di tutti e va reso fruibile nel pieno della sua bellezza: anche per questo mi impegno a bloccare qualunque intervento che prenda in considerazione l’idea di costruire un parcheggio all’interno di un parco, come avvenuto in passato per Villa Augusta o per gli stessi Giardini Estensi».

Un verde da tutelare, dunque, e, se possibile, da rendere ancor più accessibile: va letto in tal senso l’impegno che il candidato prenderà con la Camera di Commercio per riaprire al pubblico lo spettacolare parco di Ville Ponti. Al tempo stesso, parchi e giardini sono però tra i luoghi a maggior rischio di degrado, un triste fenomeno che coinvolge anche strade, muri e colonne tanto del centro quanto dei rioni: «Per questo va costituita una vera task-force antidegrado, che faccia collaborare attivamente cittadini, Guardie Ecologiche, Comune e forze dell’ordine per prevenire ogni genere di atto vandalico e per porvi immediato rimedio qualora si verificasse, con la massima severità per gli esecutori» dichiara l’esponente del Partito democratico.

Se l’educazione ambientale in tutte le sue sfaccettature va promossa attivamente nelle scuole, uno dei punti chiave che la costituisce è il ciclo dei rifiuti: Varese ha una percentuale di raccolta differenziata notevole, ma comunque di poco inferiore all’ottima media provinciale. «Possiamo fare di più» conclude Marantelli «istituendo ad esempio la tariffa puntuale, come avviene già a Malnate che è una vera eccellenza in questo settore». Della tassa rifiuti, dunque, gli utenti pagheranno una quota variabile sulla base della quantità di rifiuti indifferenziati prodotti e saranno così stimolati ad impegnarsi maggiormente nella raccolta differenziata.

5 dicembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti a “Varese, Primarie Centrosinistra, Marantelli: no ai parcheggi nel verde pubblico

  1. Fausto Gambaro il 5 dicembre 2015, ore 22:08

    Le Guardie Ecologiche del Comune di Varese in questi 10 anni hanno contribuito in modo significativo alla salvaguardia del patrimonio arboreo cittadino, alla raccolta differenziata, attraverso i controlli dei sacchi esposti, che hanno prodotto un ottimo risultato anche se ancora insufficiente. La salvaguardia dei reticoli idrici, dei parchi cittadini, l’arredo urbano, anche con servizi notturni. Salvaguardare l’ambiente significa migliorare la qualita’ della vita. Noi siamo a disposizione per questa missione nell’interesse dei cittadini, se la politica sapra’ valorizzare le nostre competenze sino ad ora espresse
    F.G.

  2. a.g. il 5 dicembre 2015, ore 23:06

    Sottoscrivo quello che dice Gambaro, ha assolutamente ragione.

  3. Daniele Zanzi il 6 dicembre 2015, ore 08:05

    Le Realta’ bisognerebbe conoscerle a fondo: le Guardie ecologiche volontarie hanno svolto un lavoro ecomiabile e purtroppo anche misconosciuto. Hanno elevato contravvenzioni per oltre 80000 € all’ anno per reati contro l’ ambiente sul territorio comunale. Eppure la loro presenza, nel silenzio quasi generale, viene messa in discussione e di fatto annullata da recenti decisioni prese dall’ amministrazione. Oggi operativamente le Gev non sono piu in grado di lavorare sul territorio. Un altro esempio di chi antepone gelosie, antiaptie e apprtenenze al bene della citta’ . Tutto questo dovra’ finire; le Gev sono da potenziare e valorizzare

  4. a.g. il 6 dicembre 2015, ore 08:33

    Sarebbe interessante, al momento, capire se sulle Gev ci siano differenti vedute da parte dei vari partiti presenti in Consiglio comunale…

  5. Rocco Cordì il 6 dicembre 2015, ore 09:38

    Caro a.g. le differenze ci sono, eccome. Tant’è che settimana scorsa in commissione ambiente si è deciso di rinviare il regolamento proposto dalla maggioranza per meglio chiarire la situazione. Il sottoscritto ha motivato la richiesta sottolineando che dietro l’apparente contrasto su questioni superabili (gradi e divise) si celava in realtà uno scontro sul ruolo delle GEV. In altre parole all’amministrazione il loro “attivismo” non pare proprio gradito. Resto in attesa del chiarimento…

Rispondi

 
 
kaiser jobs