Varese

Varese, Primarie Centrosinistra, Galimberti rilancia trasporto pubblico e mobilità dolce

Un momento del confronto ai Traduttori e Interpreti di ieri sera

Un momento del confronto ai Traduttori e Interpreti di ieri sera

Parte l’ultima settimana di campagna elettorale in vista delle Primarie del Centrosinistra in programma domenica prossima giorno di Santa Lucia. Tra i confronti ieri sera si è svolto un interessante appuntamento sul tema “La Mobilità di Varese: un problema di tutti”, incontro a più voci organizzato dal candidato sindaco Davide Galimberti presso l’Istituto Traduttori e Interpreti di Varese.

Un tema assolutamente centrale per la città, che Galimberti ha introdotto: “Occorre rilanciare il ruolo e la presenza del trasporto pubblico in città, magari introducendo soluzioni innovative come il bus a chiamata”. Nel programma di Galimberti sono presenti diverse proposte sul tema della mobilità che costituisce “uno dei nodi della vita cittadina, a cui dedicare un nuovo piano per la mobilità sostenibile, anche prendendo atto dei cambiamenti di stili e abitudini dei varesini”. Un capitolo importante, dunque, che Galimberti rilancia nel rush finale della corsa alle primarie. Presente all’incontro anche il segretario provinciale Pd, Samuele Astuti.

Ad offrire un quadro molto interessante della situazione varesina è stato Stefano Maggi, professore di Storia delle comunicazioni dell’Università di Siena e Assessore alla Mobilità del Comune di Siena, il quale ha ripercorso la lunga storia di Varese dal punto di vista della mobilità, in diversi casi all’avanguardia nell’adottare soluzioni innovative, dai tram alle funicolari, dai treni alle autostrade. Tuttavia Maggi ha puntato il dito su alcune criticità presenti a Varese: “Lo scorrimento di traffico dentro alla città è oggi anacronistico. Va spezzato, complicando, come accade altrove, l’accesso del mezzo privato in città”. Da riqualificare poi il trasporto pubblico (a partire dalle pensiline) e l’area stazioni. Pollice verso anche per le piste ciclabili, praticamente assenti. Isole pedonali insufficienti.

Insomma, per Maggi il futuro della mobilità a Varese deve registrare un incremento delle Zone a Traffico Limitato e un trasporto pubblico più capillare ed efficiente. All’intervento di Maggi è seguito quello di Luigi Gronchi, Mobility Manager, che ha approfondito il tema della mobilità in città.

5 dicembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs