Varese

Varese, Banchetti Pd nelle piazze. Astuti: l’ascolto produce buona politica

Samuele Astuti, segretario provinciale Pd

Samuele Astuti, segretario provinciale Pd

“Il 5 e 6 dicembre in tanti Comuni della nostra provincia il Partito Democratico ti aspetta in piazza. Presenteremo le nostre proposte, ascolteremo i commenti e le critiche di chi non la pensa come noi, condivideremo idee e speranze” afferma il Segretario Provinciale del PD di Varese Astuti.

“Nel corso degli ultimi 22 mesi il Governo è stato impegnato in un’azione riformatrice mai vista prima: riforma costituzionale, con l’abolizione del bicameralismo perfetto, riforma della Pubblica Amministrazione, riforma della scuola, riforma del mercato del lavoro, interventi di politica economica a favore dei ceti più deboli” – prosegue Astuti – “E’ altrettanto importante comunicare le leggi approvate per poterci confrontare con tutti i cittadini e con la base, rivendicando con orgoglio i risultati ottenuti proprio grazie alle riforme intraprese, ma anche per accogliere suggerimenti e critiche. E’ l’ascolto che produce buona politica.”

I circoli che saranno in piazza con un banchetto sabato 5 e domenica 6 saranno 18: Gerenzano, Cardano Al Campo, Arcisate, Samarate, Jerago Con Orago, Sesto Calende, Laveno Mombello, Cassano Magnago, Saronno, Busto Arsizio, Tradate, Ternate, Vergiate, Cislago, Albizzate, Castiglione Olona, Malnate, Induno Olona.

“Ringrazio davvero tutti i nostri segretari di circolo e iscritti per l’organizzazione dell’evento: sono la struttura portante e patrimonio essenziale del nostro Partito. Sabato e domenica grazie a loro il Partito Democratico avrà l’opportunità di mostrarsi ancora una volta come forza politica che attraverso l’ascolto delle istanze dei cittadini produce dibattito e decisioni, dopo che per 20 anni il confronto politico si è irrigidito nello scontro fra fazioni opposte. Quindi è arrivato il momento per il nostro Paese di correre: proprio per questo l’hashtag ufficiale dell’iniziativa è: #Italiacoraggio” conclude Astuti. 

4 dicembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs