Varese

Varese, Rock’n'Roll tutelato dall’Unesco fa il pienone allo Zamberletti

I promotori dell'iniziativa

I promotori dell’iniziativa

Sala affollata, al Caffè Zamberletti di Varese, per il Rock’n'Roll bene tutelato dall’Unesco. Un’originale iniziativa che è stata lanciata da Pino Tuscano, insieme ad altri promotori (Dopolavoro ferroviario Milano-Gallarate-Varese, La Balera dell’Ortica e l’Associazione Il Cavedio). Un evento che ha portato allo Zamberletti tanti fans varesini del genere, a partire da due candidati alle Primarie del Centrosinistra, il deputato Pd Daniele Marantelli e l’avvocato Davide Galimberti. Poi musicisti, giornalisti, altri politici, come il deputato Pd Paolo Rossi, e i consiglieri Fabrizio Mirabelli e Andrea Civati. Ma anche Ninì Della Misericordia, il creativo Pasquale Diaferia e la presidente del Premio Chiara, Bambi Lazzati, che si è lanciata in uno scatenato rock proposto “live” dal gruppo varesino degli Shakers.

A coordinare il confronto sull’iniziativa pro-Unesco, il giornalista Diego Pisati, che ha ricordato come il tango abbia già ottenuto, nel 2009, questo riconoscimento. Stessa sorte hanno conosciuto i canti tenorili della Sardegna e i Pupi siciliani.

Pino Tuscano ha opportunamente rimarcato come “la musica sia stata attaccata in un luogo-simbolo a Parigi. Terrorismo e fondamentalismo colpiscono la musica come prima cosa da distruggere”. Una “missione”, quella intrapresa da Tuscano, che ha trovato in Bobby Solo un sostenitore entusiasta. “Si è esibito a settembre alla Balera dell’Ortica per due ore consecutive, davanti a mille persone”. “Nostro obiettivo è salvaguardare il rock’n'roll originario e tutti i suoi derivati”.

Sono intervenuti anche  Antonio Di Furia, che gestisce la Balera dell’Ortica di Milano, e Fiorenzo Croci del Cavedio, che ha ricordato che il 3 febbraio 2016 partirà la sesta edizione del Festival del Rock’n'Roll a Varese.

 

22 novembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs