Varese

Varese, “La Famiglia Colombo”, esilaranti i Legnanesi tinti di noir

La seduta spiritica sul palco del Teatro Ucc

La seduta spiritica sul palco del Teatro Ucc

Continuano ad essere un fenomeno senza eguali, la compagnia I Legnanesi, che a Varese hanno raggiunto un pienone lungo le quattro repliche dello spettacolo “La Famiglia Colombo” al Teatro Ucc di piazza Repubblica. Con la Teresa, la Mabilia e il Giovanni si ripete sempre la stessa coreografia esterna: calca di pubblico all’entrata, pullman alla disperata ricerca di un parcheggio, gadget che vanno a ruba nell’atrio del teatro.

Quanto allo spettacolo, la formula si ripete ogni volta, e ogni volta il successo e il divertimento sono assicurati. Gli strampalati dialoghi tra i personaggi, con Antonio Provasio-Teresa, Enrico Dalceri-Mabilia e Luigi Campisi-Giovanni, più tutti gli altri (soprattutto la Pinetta, cugina della Teresa, interpretata dal bravissimo Alberto Destrieri, diventata a tutti gli effetti una protagonista accanto ai tre Colombo) sono una vera miniera di battute e tormentoni, le coreografie da rivista stile Wanda Osiris sono un piacere per gli occhi e un tuffo nella nostalgia (azzeccatissimo lo stacco “cubano”), i siparietti con accattivanti battibecchi tra lei e lui, le passerelle con gli ineffabili boys, tutto questo piace e il pubblico varesino ci torna ogni anno, in uno dei pochi spettacoli che continuano a fare sold out.

Due tempi in questo ultimo spettacolo, sia pure frammezzati da balli e siparietti, portano gli spettatori in nuove situazioni comiche. Prima il cortile dei Colombo e della loro corte è alle prese con una sacra rappresentazione dedicata alla Pasqua. Preparativi che vedono la Mabilia rivestire i panni di Maria, soffiandolo ad una comare. Tuttavia Mabilia non resiste al fascino del giovanotto che impersona Gesù. E così termina il primo tempo.

Ma è nel secondo tempo che i Legnanesi ci danno il massimo. Il giovanotto di cui Mabilia si è infatuata è in realtà il rampollo di una ricca dinasty stile famiglia Addams, lugubre e grottesca. I Colombo vengono presentati alla famiglia del futuro sposo e qui accade di tutto: dalle tombe in giardino a Lercio, il cameriere, che parla grugnendo, con la Teresa che partecipa ad un’esilarante seduta spiritica per scoprire dove è finito un biglietto vincente al Superenalotto. Insomma, la comicità popolare e lombarda si tinge di qualche sfumatura noir conquistando una volta di più, con situazioni inedite e battute esilaranti, il pubblico dei fans varesini.

 

 

 

 

 

 

22 novembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs