Bodio Lomnago

Bodio Lomnago, Coldiretti celebra la Giornata del Ringraziamento

agricoltura biologicaSarà Bodio Lomnago ad accogliere domenica prossima, 22 novembre, la Giornata del Ringraziamento provinciale di Coldiretti Varese. Tema importante, nell’anno in cui Papa Jorge Mario Bergoglio firma l’enciclica “Laudato sì”, dedicata a terra, ambiente ed ecologia: il filo conduttore che accompagna l’evento di Coldiretti è, infatti, ‘Suolo Bene Comune’.

La giornata inizierà alle 9.45 il ritrovo presso la chiesa parrocchiale di Santa Maria Nascente in piazza Giovanni Paolo II, dove alle 10.30 verrà celebrata la Santa Messa: seguiranno la benedizione dei coltivatori diretti e dei loro strumenti di lavoro, il saluto delle autorità, il rinfresco con la comunità e il pranzo sociale a Daverio.

La Giornata del Ringraziamento viene festeggiata dalla Coldiretti in tutta Italia dal lontano 1951 con una manifestazione promossa dalla Conferenza Episcopale Italiana (Cei) per rendere grazie per il raccolto dei campi e chiedere la benedizione sui nuovi lavori: “Da sempre a Giornata del Ringraziamento – dicono il presidente e il direttore dell’organizzazione agricola, Fernando Fiori e Francesco Renzoni – è occasione di ritrovo e confronto: sui temi più attuali della nostra agricoltura, anche alla luce del nuovo Piano di Sviluppo Rurale lombardo, ma anche sull’analisi specifica dell’annata agraria, che quest’anno cade al termine di mesi delicati, contraddistinti dal forte caldo estivo”.

“Ci ritroveremo con le nostre imprese protagoniste di tanti momenti di forte rappresentatività: è stato l’anno di Expo, che per la nostra Regione e per Coldiretti ha costituito un grande momento di successo ed orgoglio e dove siamo stati più volte protagonisti: ma è anche l’anno dei grandi temi e delle grandi battaglie, non ultima quella del latte che ci ha visto di recente protagonisti a Ospedaletto Lodigiano, in occasione del presidio davanti al centro di distribuzione Lactalis”.

La Giornata del Ringraziamento, celebrata da Coldiretti ad ogni livello territoriale, ha come detto le sue origini in Italia oltre mezzo secolo fa per iniziativa dell’organizzazione agricola. Da allora puntualmente viene celebrata la seconda domenica di novembre e a livello locale viene riproposta nel periodo che va dalla festa di San Martino (11 novembre) alla festa di Sant’Antonio Abate (17 gennaio).

Nel 1973, con la pubblicazione del documento pastorale “La Chiesa e il mondo rurale italiano”, i vescovi italiani hanno assunto questa giornata come occasione opportuna di riflessione ed evangelizzazione dell’intera chiesa locale.

 

 

 

19 novembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs