Varese

Varese, La beccaccia sarà monitorata…dai cacciatori

beccaE’ stato presentato questa mattina a Villa Recalcati il calendario del Corso di specializzazione beccaccia per l’abilitazione alla qualifica di monitoratore.

L’iniziativa è rivolta a tutti i cacciatori che sono interessati a cooperare alla gestione e al monitoraggio della specie beccaccia, anche al di fuori del periodo venatoria.

«Si tratta di un percorso di formazione innovativo e scientifico nell’ambito del mondo venatorio – ha dichiarato il Vicepresidente della Provincia di Varese Giorgio Ginelli – Con questa iniziativa la figura del cacciatore assume un ruolo importante sotto il profilo del monitoraggio delle specie in questione e in tal modo si contribuisce a rafforzare il presidio dell’ambiente e la tutela delle specie animali che lo popolano. Provincia di Varese avrà in questa iniziativa un ruolo di garante e di certificatore dei dati e dal materiale raccolto. Tutto ciò contribuirà poi a creare un data base locale, che a suo volta andrà ad integrare le banche dati regionale, nazionale ed europea. Vorrei poi ringraziare la Comunità Montana Valli del Verbano per la collaborazione a questa particolare iniziativa».

A spiegare gli obiettivi e i benefici del corso e dell’attività di monitoraggio è Luca Maffioli, Presidente dell’Atc 1: «Il primo scopo è quello di formare adeguatamente i cacciatori. L’attività poi ci aiuterà a raccogliere una serie di dati, oggi inesistenti, che ci aiuteranno a censire la presenza della beccaccia nel nostro territorio. Cosa non semplice poiché stiamo parlando di un eccello migratore. Conoscere nel dettaglio i numeri, la presenza consente poi di attuare un’attività migratoria più razionale».

17 novembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs