Varese

Varese, Primarie Centrosinistra, Varese 2.0: no a gigantismo programmatico

Daniele Zanzi

Daniele Zanzi

Il comitato civico Varese 2.0, che con il suo leader Daniele Zanzi partecipa, in coalizione con il Pd, alle Primarie del Centrosinistra, prende posizione sul polo materno-infantile di Varese. Ecco il suo comunicato:

Nubi sempre più nere si addensano sul futuro dell’Ospedale Filippo Del Ponte, il cosiddetto Polo materno infantile. Lo ha certificato l’incontro aperto al pubblico che si è svolto la sera di mercoledì 11 novembre al Collegio De Filippi.

E’ infatti emerso dalla discussione che non ci sono risorse per finanziare il terzo lotto dei lavori, ovvero la costruzione di un “nuovo” padiglione dove avrebbero dovuto essere ubicate alcune specialità già presenti al Circolo e il fondamentale reparto di chirurgia pediatrica. Insomma da tanto sbandierato Polo d’eccellenza materno infantile il Del Ponte diventa semplicemente un Ospedale più capiente. Un altro progetto faraonico che si arena miseramente. Si parla infatti di uno stanziamento superiore ai 33 milioni di euro.

Analizzando a ritroso nel tempo la storia di questo discusso investimento sanitario non si può non rilevare la leggerezza con cui il mondo politico nel suo insieme ( tranne alcune lodevoli voci contrarie) ha affrontato il problema ignorando o comunque non tenendo nel debito conto le numerose e circostanziate critiche mosse da numerosissimi esperti del settore di cui si fece portavoce il Comitato per un solo ospedale a Varese in seguito confluito nel Comitato Civico #Varese 2.0.

Si tratta di rilievi sia di ordine urbanistico sia di ordine strettamente sanitario. Assurdo puntare su una nuova struttura al centro di un quartiere come Giubiano con pesanti criticità viabilistiche e di parcheggio, ancor più assurdo pensare di raddoppiare servizi già presenti nel vicino e più grande Ospedale di Circolo.

La strada maestra, che la politica non ha voluto colpevolmente percorrere, era infatti quella di realizzare il Polo materno infantile nell’area dell’Ospedale di Circolo dove già erano presenti le strutture idonee e gli spazi necessari ( aree verdi e parcheggi). L’Ospedale del Ponte, situato in zona paracentrale, avrebbe potuto invece essere utilmente riconvertito ad altri usi come le lungodegenze per riabilitazione.

Il Comitato # Varese 2.0 constata quindi che il Polo materno infantile, Piazza Repubblica e la progettata unificazione delle stazioni ferroviarie, sono tre esempi di gigantismo programmatico fallimentare da riconsiderare al più presto per evitare ulteriori ingentissimi costi all’intera collettività.

 

 

15 novembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs