Varese

Varese, Primarie Centrosinistra, Nella squadra di De Simone i giovani protagonisti

Da sinistra Lazzaroni, De Simone e Francesca Coffano, una delle protagoniste della serata

Da sinistra Lazzaroni, De Simone e Francesca Coffano, una delle protagoniste della serata

Una serata che, pur nella netta volontà ad opporsi alla barbarie della violenza, ha rilanciato l’attenzione ai giovani e al mondo giovanile. L?ha organizzata alle Cantine Coopuf il candidato alle Primarie del Centrosinistra Dino De Simone, outsider che può contare su una bella squadra di amici, tra cui l’organizzatore di Cortisonici, Massimo Lazzaroni, il critico Mauro Gervasini, il regista Andrea Minidio.

“Perchè parlare dei giovani? – si è chiesto ieri sera De Simone -. Abbiamo pensato di dovere seguire un’altra strada: lavorare con loro, lasciare loro spazio per esprimersi sui temi che stanno loro più cari”. Un’attenzione che riguarda temi di grande rilievo: dall’aula di studio Forzinetti alle iniziative sportive e culturali.

In effetti, alla serata di ieri, erano presenti diversi giovani che, in concreto, lavorano con De Simone: Francesca Coffano (22 anni), simpatica e preparata, che ha spiegato come sia decisivo affrontare alcuni temi giovanili, ma come sia altrettanto importante conoscere dagli stessi giovani quali sono le priorità.

Ecco l’iniziative delle AgenDine, andate letteralmente a ruba: spartani quadernetti su cui si possono scrivere sogni e progetti per la città del futuro, ma anche ciò che non va in città, ciò che va cambiato. Quadernetti che poi si passano al vicino, in modo che si può tracciare una mappa di interventi possibili. Come fa notare Francesca, è possibile affidare i propri pensieri anche a post-it raccolti in una bacheca. Le AgenDine sono state presentate dalla loro creatrice, la diciottenne Margherita Fontana. Accanto a Francesca e Margherita altri coetanei che sono arrivati all’incontro, interessati a capire qualcosa di più del lontano mondo della politica.

“No, non ho mai fatto politica dentro a partiti – sottolinea Francesca Coffano -, ma mi sono sempre impegnata negli organismi di governo della scuola, prima alle superiori e poi all’università”. Ma perchè non si è impegnata anche nella politica dei “grandi”? “Perchè non ho mai trovato spazio”, risponde Francesca senza esitazione.

15 novembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs