Milano

Milano, Premiati 24 padiglioni Expo. Con qualche sorprendente esclusione

expoAlla vigilia della chiusura servita la pagella sui padiglioni Expo, quelli che in tanti hanno visitato magari sobbarcandosi lunghe file sotto il sole: tra i grandi vince la Francia per l’architettura, la Germania per l’interpretazione del tema e il Giappone per gli allestimenti interni.

A dare i riconoscimenti è stato il Bie, in occasione della Giornata del Bureau International des Expositions, alla vigilia dell’ultimo giorno di Esposizione a Milano. Sono stati consegnati ai 24 padiglioni che si sono distinti per la qualità delle architetture realizzate, degli allestimenti, dell’interpretazione del tema. Premiati anche i Cluster.

Qualche sconcerto si diffonde tra pubblico ed esperti: passino i premi a Francia e Germania, passi pure il Giappone. Ma è incredibile che nessun premio sia stato assegnato ai bellissimi padiglioni di Israele e degli Emirati Arabi Uniti. Mah.

Ecco la giuria: il Presidente del BIE, l’Ambassador Ferdinand Nagy, e dal Segretario Generale del BIE, Vicente Gonzalez Loscertales. Insieme a loro, l’ex Presidente del BIE Wu Jianmin, l’architetto Thomas Schriefers, il Professore dell’Università di Harvard Joan Busquets, il Professore di Progettazione Architettonica e Urbana del Politecnico di Milano Cino Zucchi, Luisa Collina e Ico Migliore, Architetti e Docenti presso il Politecnico di Milano, Alessandro Banterle, Docente presso l’Università degli Studi di Milano.

CLUSTER

Allestimenti interni

1) Montenegro

2) Venezuela

3) Gabon

 

Sviluppo del tema

1) Algeria

2) Cambogia

3) Mauritania

 

PADIGLIONI PIU’ PICCOLI

Fino a 2mila metri quadri

 

Allestimenti interni

1) Austria

2) Iran

3) Estonia

 

Sviluppo del tema

1) Santa sede

2) Principato di Monaco

3) Irlanda

 

Architettura

1)

 

 

Gran Bretagna

2) Cile

3) Repubblica Ceca

 

PADIGLIONI PIU’ GRANDI

Oltre i 2mila metri quadrati

 

Allestimenti interni

1) Giappone

2) Corea

3) Russia

 

Sviluppo del tema

2) Angola

3) Kazakistan

 

Architettura

1) Francia

2) Bahrain

3) Cina

30 ottobre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Milano, Premiati 24 padiglioni Expo. Con qualche sorprendente esclusione

  1. Jane Bowie il 1 novembre 2015, ore 10:59

    Competizioni, gare, premi, tu sì, tu no. Ma cosa significa tutto ciò? Ma non hanno capito che l’arretrata mentalità della vuota competitività è un veleno? Perché la Finlandia ha la scuola con la massima produttività di competenze nei giovani nel mondo? Perché tra varie altre cose sta togliendo la competizione dalla scuola a favore della valutazione della crescita individuale. Per me, è semplicemente la pessima chiusura di uno sperimento costosissimo che deve ancora giustificarsi come qualcos’altro che una bolla temporanea.

Rispondi

 
 
kaiser jobs