Varese

Varese, Chiara Giovani, Le parole sull’Alzheimer conquistano la giuria popolare

Il vincitore De Rinaldis

Il vincitore De Rinaldis

Si è chiuso, con la proclamazione del vincitore, il Premio Chiara Giovani 2015. Un concorso molto seguito, che ogni anno desta aspettative e attese. E così è stato anche oggi, quando a Villa Recalcati il Premio Chiara-Festival del Racconto ha conseguito un altro sold out di pubblico a beneficio di scrittori in erba con il sogno nel cassetto di fare gli scrittori anche da grandi.

A vincere il concorso dal titolo “A tavola”, è stato Mattia De Rinaldis, varesino, più volte tra i finalisti negli anni scorsi e anche con una breve esperienza nella segreteria dello stesso Premio Chiara. Una vittoria che ha premiato il racconto più votato dalla giuria popolare dal titolo “Una mela al giorno”, pagine che affrontano la difficile tematica della malattia (in questo caso l’Alzheimer). 

Tanti i premi elargiti dal premio riservato ai giovani scrittori: “medaglia d’argento” a Camilla Eleonora Manara, gallaratese, che frequenta il Crespi di Busto Arsizio. Per il terzo posto il Chiara Giovani ha conosciuto un ex-aequo, con Annalisa Fusi, diciottenne di Viggiù, che frequenta il Classico Cairoli e Stella Monestier, di Induno Olona, che frequenta invece lo Scientifico Ferraris di Varese. Al quarto posto è arrivato Edoardo Balacchi, bocconiano di Castano Primo, seguito, al quinto posto, da Beatrice Penna, varesina, che frequenta Maria Ausiliatrice. Ancora un ex aequo per il sesto posto, conquistato da Andrea Angaroni, di Gerenzano e la veneta Alessandra Bellina.

Un bel gruppo di finalisti che sono stati premiati nella sede della Provincia di Varese e che hanno avuto l’onore di ascoltare il loro racconto letto dalla brava e bella attrice Sarah Collu.

19 ottobre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs