Regione

Regione, Assessore Cappellini: ecco a voi il Cavallo di Leonardo a Palazzo Lombardia

Il Cavallo di Vinci

Il Cavallo di Vinci

“E’ arrivato il Cavallo di Leonardo, da Vinci direttamente in Piazza Citta’ di Lombardia, sede istituzionale di Regione Lombardia. Un progetto che abbiamo voluto fino in fondo e che dimostra una volta di piu’ la concretezza della Giunta Maroni”. E’ questo il primo commento dell’assessore alle Culture, Identita’ e Autonomie di Regione Lombardia Cristina Cappellini in merito all’arrivo del Cavallo di Vinci questa mattina a Palazzo Lombardia.

“Altra promessa mantenuta, a dimostrazione che noi, come Regione Lombardia, – ha rimarcato l’assessore – traduciamo le idee e i progetti in fatti concreti. Avevano annunciato alcuni mesi fa che, con la preziosa collaborazione del Comune di Vinci, avremmo portato il Cavallo in Piazza Citta’ di Lombardia, per essere ammirato dai lombardi e da tutto coloro che amano il grande artista adottato da Milano, e oggi abbiamo realizzato un progetto che ci vede protagonisti di un gemellaggio culturale con la citta’ natale di Leonardo”.

“Adesso – ha spiegato l’assessore – abbiamo tutti gli elementi che avevamo in testa per valorizzare al meglio la straordinaria figura di Leonardo”. ”Oltre al Cavallo – ha proseguito – si potranno ammirare, in un quadro d’insieme, tutte le altre straordinarie opere vinciane, a partire dal ‘Cenacolo’, custodito presso la chiesa di Santa Maria delle Grazie, che, come Regione Lombardia, in questi mesi abbiamo voluto ricordare anche nel video ‘La Memoria del Domani’  che presenta, in maniera inedita e con testimonial d’eccezione, i nostri dieci Patrimoni dell’Umanita’, tra i quali rientra appunto anche il Cenacolo”. “Inoltre – ha spiegato ancora - abbiamo voluto costituire, d’intesa con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Milano e con la Fondazione Stelline, un ‘hub culturale’ ubicato presso il Palazzo delle Stelline, accanto alla chiesa di Santa Maria delle Grazie e quindi in un luogo strategico, come punto di attrazione turistico-culturale e modello virtuoso di ospitalita’ e divulgazione incentrato sulla figura di Leonardo da Vinci”.

“Voglio ricordare anche l’esposizione della Bella Principessa, l’opera attribuita a Leonardo e ospitata, grazie all’impegno di Regione Lombardia e di Vittorio Sgarbi, presso la Villa Reale di Monza”.

“Questo progetto – ha spiegato ancora l’assessore – non solo valorizza il rapporto tra gli enti locali, ma anche quello tra pubblico e privato. Le spese di realizzazione infatti sono state coperte per il 50 per cento da sponsor privati che, come noi, credono fortemente nel valore della cultura”. “Voglio dunque ringraziare - ha continuato – coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questo importante progetto: ‘Auricchio SpA’,  ’Fagioli’, oltre a ‘Infrastrutture Lombarde SpA’”.

14 ottobre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs