Varese

Varese, Notte dei Ricercatori, Coen: senza risorse per scuola, certo declino del Paese

Un momento del confronto

Un momento del confronto

Nella centralissima piazza Monte Grappa di Varese, dove nel pomeriggio di oggi si è svolta Meet Me Tonight-La Notte dei Ricercatori, con la partecipazione dell’Università dell’Insubria e del Liuc, si è tenuto un incontro dal titolo accattivante (o forse un po’ cattivo). Parliamo de “L’Angolo del Rettore. Anzi, i Rettori all’Angolo”, un question time in cui i rettori delle due università, Alberto Coen Porisini per l’Insubria e Federico Visconti per il Liuc (a dire il vero quest’ultimo si insedierà solo l’1 novembre), hanno risposto alle domande che sono state loro proposte da 4 giovani delle due università e dal pubblico seduto in piazza.

I due rettori non si sono tanto fatti mettere all’angolo, rispondendo con spirito e precisione agli interrogativi più diversi. Parecchie domande, decisamente però “politicamente corrette”. Anzi, se si può dare un consiglio agli organizzatori della prossima edizione della manifestazione, si potrebbe pensare a qualche domanda un po’ più cattivella, a qualche interlocutore un po’ più insidioso.

Tra i primi temi affacciati nel confronto quello di Varese città universitaria, più a misura di studenti. Per Coen “il nostro compito è quello di fare un’università a misura di studente, in maniera competitiva. Importante è fare incontrare università e città”. Visconti sottolinea invece la necessità di una “città aperta agli studenti internazionali”.

Poi il discorso fila diritto al grande tema delle risorse, sempre più scarse per l’istruzione e la ricerca. E’ Coen che dice, a proposito delle tante riforme di questi anni, “un ministro oggi non dovrebbe pensare a nuove riforme, ma occuparsi del vero problema, le risorse. Sono anni – rimarca Coen – che l’Italia non investe più, ricetta perfetta per il declino del Paese”. “La vera riforma la fanno i mercati – interviene Visconti -, e non dobbiamo dimenticarci che la domanda corre più veloce dell’offerta”. Ancora Coen, sloganistico: “Meno riforme, più risorse”.

Ma alla fine i rettori Coen e Visconti sono d’accordo sul fatto che si possa marciare insieme, fare gioco di squadra, nonostante una istituzione sia pubblica e una privata. “Corriamo nella stessa direzione”, dice Coen. “E’ raro vedere collaborazioni tra università – interviene Visconti -, ma qui è una strada che sta cominciando”.

26 settembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs