Varese

Varese, In ricordo di Renato Morandi, campione, partigiano, comunista

L'ultima foto di Renato Morandi

L’ultima foto di Renato Morandi

Nel trigesimo della morte amici e compagni ricordano la figura di Renato Morandi, il campione, il partigiano, il comunista. Il ricordo si svolgerà venerdì 2 ottobre, alle ore 18, presso la Sala Cerimonie di Palazzo Estense, con la partecipazione di Angelo Chiesa, Franco Giannantoni, Rocco Cordì e Daniele Marantelli.

Renato Morandi nato 05/08/1923 a Secugnago (Lodi) è vissuto a Varese dal 1927 al 2012. Dal 2012, dopo la morte della moglie Carla Della Bordella, si è trasferito dalla figlia Silvana a Pinerolo dove è deceduto il 3 settembre 2015.

Appassionato di ciclismo nel 1942 – a soli 19 anni – conquistò il titolo italiano di velocità e, subito dopo al Vigorelli di Milano vinse il campionato della gioventù europea nella stessa specialità e in quella dell’inseguimento a squadre.

Frequentò giovanissimo gli ambienti dell’antifascismo varesino e poi fu partigiano combattente e comandante del GAP “Nannetti” della 52^ Brigata Garibaldi operante nel comasco.

Già iscritto al PCI clandestino il suo impegno politico sarà sempre intenso anche dopo i cambiamenti subiti dallo stesso partito dagli anni novanta in poi.

Dopo la Liberazione inizio la sua attività lavorativa come impiegato presso l’Inam (oggi ASL) distinguendosi anche nell’impegno sindacale fino a ricoprire l’incarico di membro della Segreteria Nazionale del sindacato di categoria CGIL. Dal 1960 al 1965 fu anche Direttore sportivo della squadra dilettanti di ciclismo della Ignis.

Dal 1964 al 1978 fu Consigliere Comunale a Varese e particolarmente impegnato sui temi sociali di una città come Varese in profonda trasformazione. Nel 1978 si dimette dal Consiglio Comunale per assumere l’incarico di Vice Presidente dell’Ospedale di Circolo. Dal 2000 al 2010 è stato anche Presidente dell’ACI di Varese.

25 settembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs