Varese

Varese, Rush finale per la raccolta firme degli 8 referendum di Possibile

Pippo Civati

Pippo Civati

Gli “spingitori di firme” di Possibile non demordono e anche in questi giorni si faranno vedere nelle piazze della provincia per ricordare a tutti i cittadini la possibilità di firmare per 8 quesiti referendari.

La scadenza per presentare 500.000 firme in cassazione per andare al voto nella primavera 2016 è fissata per il 30 settembre e si tratta pertanto degli ultimi giorni disponibili; considerando il lavoro burocratico di autenticazione e certificazione delle firme, per i volontari “Possibilisti” saranno giorni di grande lavoro. I temi degli 8 quesiti, per chi ancora non li conoscesse, sono democrazia, lavoro, ambiente e scuola: abrogare i capilista bloccati e l’italicum in toto, dire no alle trivellazioni in mare, passare dalle grandi alle piccole opere cancellando una legge del governo Berlusconi, tutelare il lavoratore dal demansionamento e dai licenziamenti illegittimi, eliminare il preside-manager. Un’iniziativa volta a spingere alla partecipazione e ridare sovranità al cittadino.

Nei prossimi giorni sarà possibile firmare a Varese in piazza Carducci (giovedì e venerdi dalle 18 alle 21, sabato e domenica tutto il giorno), a Busto Arsizio in piazzale dei Bersaglierì venerdi dalle 19 alle 21, a Legnano in via Castello e Saronno in pizaza Libertà sabato dalle 9 alle 13.

24 settembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs