Varese

Varese, Al Camponovo arriva il “Rinascimento” di Zoltàn

Lo spazio espositivo al Sacro Monte di Varese

Lo spazio espositivo al Sacro Monte di Varese

Un artista spagnolo di origine ungherese, Fodor-Lengyel Zoltàn, è la nuova proposta di livello internazionale della Galleria d’Arte al Camponovo, a Santa Maria del Monte sopra Varese.

Zoltàn, classe ’63,ha compiuto studi letterari in Ungheria conseguendo poi una Laurea in Belle Arti alla Sorbona a Parigi, preludio ad una carriera balzata agli onori della cronaca, nel 1998, quandoha ricevuto il Gran Premio Internazionale Goya.

Zoltàn oggi risiede stabilmente a Madrid, dove alterna periodi di studio e lavoro con la splendida “Caja de Cristal”, una magnifica residenza vetrata situata su una scogliera a picco sul mare, disegnata da lui stesso. Geniale ed eclettico in ogni sua espressione, l’arte di Zoltàn spazia dalla pittura alla grafica alla produzione di esemplari in ceramica in tiratura limitata e alla scrittura; membro dell’ Accademia Reale Spagnola di Belle Arti di Cadice, è inoltre promotore dei giovani talenti artistici attraverso la Fondazione “Apoyoel Arte” che ha creato lui stesso.

L’esposizione che viene ospitata negli ambienti milleduecenteschi del Camponovo al Sacro Monte, si intitola “Rinascimento” e prende il nome da una delle sue serie pittoriche di maggior successo, dedicata all’amore ritrovato. La mostra è stata realizzata con il patrocinio di Provincia di Varese, Comune di Varese, Consolato d’Ungheria a Milano, e sotto il patronato del Commissario Straordinario Ungherese per l’Expo Gesa Szocs.

Zoltàn sarà a Varese per il vernissage della mostra che si terrà giovedì prossimo 24 settembre alle ore 19.00. Al vernissage, a cui si può partecipare con ingresso libero, saranno presenti anche il musicista Pal Mezei, pianista insignito del titolo di baronetto dalla Regina d’ Inghilterra, e la mezzosoprano VeronikaDobi-Kiss (in programma musiche di De Falla e Kodaly).

23 settembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs