Varese

Varese, Marcia della Pace interreligiosa, canti e slogan dalle fedi del mondo

La Marcia entra ai Giardini di Villa Mylius

La Marcia entra ai Giardini di Villa Mylius

Circa duecento persone hanno preso parte nel pomeriggio di oggi alla Marcia della Pace interreligiosa, partita dalla Stazione dello Stato di Varese. Un’iniziativa organizzata da un cartello di associazioni e di comunità religiose: Associazione costruttori di pace Luino, Associazione I Care Travedona, Chiesa battista, Chiesa cattolica, Chiesa luterana, Chiesa metodista, Chiesa ortodossa-rumena Varese, Comunità Bahai, Comunità buddista, Comunità filippina, Comunità islamica, Gim Germignaga, Movimento Ubuntu. Tanti con bandiere arcobaleno della pace e cartelli con pensieri di don Milani e del poeta Senghor.

Prima della partenza, Fausto Verti, dell’associazione I Care di Travedona, ha richiamato il senso dell’iniziativa in favore della pace. Poi il corteo è partito e si è snodato per vie e piazze della città, evitando il centro già bloccato per Domenica ecologica e AgriVarese. Un lungo percorso che si è svolto lungo via Morosini, piazza XX Settembre, via Rossini, via Bagaini, via Rossini, piazza Giovine Italia, via Griffi, via Albuzzi, piazza Carducci, via Cattaneo, piazza Beccaria, viale Aguggiari, via Castelli, via Fiume per giungere a Villa Mylius.

Nel corso del corteo, numerosi slogan ritmati con tamburelli e percussioni. Ma soprattutto le parole “pace” e “amore” tradotte in diverse lingue, dall’inglese all’ebraico. Diversi gli interventi che sono stati proposti nel parco della villa varesina in rappresentanza delle fedi: Uwe Habenicht per la Chiesa Luterana, Amazing Grace per la Chiesa Battista e Metodista, una preghiera proposta dalla parrocchia ortodossa rumena di Varese, una bellissima poesia di David Maria Turoldo per la Chiesa cattolica e un brano del Vangelo di Matteo, alcuni passi dagli scritti Baha’i, un brano buddista di Daisaku Ikeda, un versetto dalla Sura di Maria per la comunità musulmana.

Al termine degli interventi, i partecipanti alla marcia interreligiosa si sono ritrovati all’ingresso del parco per un intenso momento musicale finale, con un brano dal titolo “Io vorrei un mondo nuovo” di Rosalia D’Anna detta Lia, accompagnata alla chitarra d Valentin Mufila.

 

20 settembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Varese, Marcia della Pace interreligiosa, canti e slogan dalle fedi del mondo

  1. Mebrat Beyan Beyan Mehari il 22 settembre 2015, ore 21:48

    non solo ce era la scena che fatta la mia tavola cosi vorrei con poesia di nomi di tutto il mondo.Dico cosi per che lo dedicata io che triste.

  2. giulio moroni il 23 settembre 2015, ore 13:18

    certo che le religioni hanno sempre qualche cosa di misterioso, tipo il commento qui sopra, per questo vale la pena di provare a capire anche se non sempre può risultare agevole.
    in ogni caso domenica pomeriggio mi trovavo per caso a Villa Mylius ed ho visto queste persone stare insieme, in pace, nonostante nelle loro diversità di credo.
    mi è sembrata una cosa bella, che mi convince sempre di più della mia idea, ovvero che sono gli uomini che fanno la pace e non le religioni.

Rispondi

 
 
kaiser jobs