Varese

Tutti insieme a Chicchi per correre la Varese Lake Marathon

Chicchi con gli amici runners

Chicchi con gli amici runners

Sarà senza dubbio una delle protagoniste alla Varese Lake Marathon in programma a Varese domenica 27 settembre con partenza e arrivo alla Schiranna. Lei è Cristina, ma tutti la conoscono con il nome di Chicchi. Anche lei parteciperà alla prima maratona varesina, un percorso di 42 chilometri omologato Fidal, che procede lungo le strade provinciali che circondano il Lago di Varese. Come racconta il marito Guly (Guglielmo) “ci siamo sposati nel 2008 e nel 2011 è entrata nella nostra famiglia la SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica)”.

Accanto a lui c’è Chicchi, seduta su una carrozzina, che segue chi parla con attenzione e spesso sfoderando un magnifico sorriso. Alla presentazione che si è svolta questa mattina erano presenti anche l’assessore allo Sport del Comune di Varese, Maria Ida Piazza, e Roberto Bof, presidente di Sestero.

A lanciare l’idea della partecipazione di Chicchi alla maratona è stato l’amico Stefano Crespi, che subito si è trovato a condividere questa iniziativa, oltre che con la grande famiglia di Chicchi, anche con decine e decine di runners amici: al momento sono circa un centinaio che correranno la maratona insieme a lei. Tutti insieme hanno dato vita all’iniziativa “Io corro con Chicchi”.

“Nonostante la malattia – continua il marito – viviamo intensamente la nostra vita. Abbiamo la grazia di avere accanto tantissimi amici e ben undici nipoti, e con loro vicini il nostro cammino è una lotta giorno per giorno, godendo la bellezza della vita”. Una vita intensa che comprende anche la pratica sportiva da parte di Chicchi che “si butta” con gioia nelle nuove esperienze (nel 2007 aveva partecipato alla maratona di New York): ha partecipato ieri ad un matrimonio, ha passato una giornata a sciare sulla neve. Ora è il momento della maratona varesina.

Come spiega Francesca, “ci saranno cinque frazioni di 8-10 chilometri, ognuna delle quali sarà percorsa da un gruppo di sostegno di Chicchi. Questo fino all’ultima tappa, quando ci riuniremo tutti e correremo dietro ai tanti nipoti di Cristina che concluderanno la maratona”. Per percorrere i 42 chilometri Chicchi ha a disposizione una carrozzina realizzata su misura, uno strumento che rappresenta un vero e proprio prototipo.

Non resta che attendere la maratona, partecipare insieme a Chicchi o, almeno, attenderla a bordo pista per fare il tifo per lei. E ringraziarla per il suo bel sorriso pieno di speranza.

Chiunque voglia inviare un contributo per battere la SLA può cliccare www.retedeldono.it progetto Io corro con Chicchi

 

 

19 settembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs