Varese

Varese, Primarie centrosinistra, De Simone: è ora di fissare una data

Il candidato alle primarie Dino De Simone

Il candidato alle primarie Dino De Simone

Da qualche mese a questa parte in città sta succedendo qualcosa di curioso: si continua a parlare di primarie evocando spauracchi di guerre, lotte intestine, faide. Finora una cosa è emersa chiaramente, almeno agli occhi di chi voglia leggere la realtà per quella che è: chi ha deciso di metterci la faccia, chi ha deciso di animare le primarie del centrosinistra, e mi riferisco a Davide Galimberti e a me, ha alzato finalmente il livello della discussione dal “parliamo di parlare delle idee” al “le nostre idee sono queste”.
In Italia le primarie si tengono da 10 anni. A Varese siamo riusciti a non farle mai, a parte quelle nazionali. Che erano obbligatorie. Le abbiamo saltate nel 2006, nel 2011 e oggi rischiamo ancora di non farle.
Mi sembra che il lavoro fatto finora dal gruppo del PD sia corretto: qualcuno ha da obiettare qualcosa sulle primarie? Lo si faccia nel merito, si propongano modifiche al regolamento, si avanzino le proposte. Ma si smetta di tergiversare. Accordiamoci su una data, dopodiché basta parlare di primarie: si parli solo di proposte e programmi. Delle nostre visioni, della nostra idea di rapporti tra cittadini e Comune, di come portare il Comune tra i cittadini.
Varese ha bisogno di una sterzata, di invertire la discesa. Lo può fare solo coinvolgendo in maniera aperta e coraggiosa le energie e le intelligenze di chi vive, lavora, studia in città e che in questi anni non è stato rappresentato. Il cambiamento di questa città infatti può passare solo attraverso la sostituzione delle idee e della classe politica che ha governato la città negli ultimi 20 anni. Altrimenti non volteremo pagina, e sarà solo un cambiamento di facciata.
Noi lavoriamo nel centrosinistra per questo.
Chi sta a guardare alla finestra (politici, giornalisti o liberi pensatori), non sta facendo altro che evocare l’intervento di un salvatore della patria. Il tema del salvatore della patria è epocale: ad ogni elezione ci aspettiamo un personaggio che smuova i cuori e le coscienze dei varesini. Personaggi di tale spessore, chiaramente, non possono passare per le primarie, sarebbe una lesa maestà per la loro provenienza: la società civile. Ben venga la società civile, se si mette in gioco e partecipa alla primarie.
Riusciamo ad alzare il livello della discussione? Riusciamo a spostarla sulle idee? Per quel che mi riguarda ci sto provando, con tutti coloro che mi stanno aiutando in questi mesi, nei quartieri, con le associazioni, con i cittadini. Invito tutti a contattarmi, a confrontarsi con me. Nelle prossime settimane avremo tante occasioni per farlo, presenteremo un calendario di incontri pubblici e temi da condividere. Non sprechiamo il tempo tra tattiche improduttive e strategie oscure: riempiamolo di azioni, progetti, obiettivi.
Varese si merita amministratori migliori perché ha cittadini migliori di come sono stati rappresentati. Dobbiamo essere all’altezza di questa ambizione.

Dino De Simone

18 settembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs