Varese

Varese, Al via i Concerti di Casa Pogliaghi su Luce-suono-colore

casapogliaghiDato il grande successo delle prime due edizioni, la Casa Museo Lodovico Pogliaghi torna a proporre una nuova stagione concertistica autunnale. Come nelle passate edizioni la casa museo propone un ciclo di tre concerti che si terranno la domenica mattina alle 10,45 nei mesi di settembre e ottobre.

Questa edizione – intitolata Luce-suono-colore – si concentra sui collegamenti sinestetici tra arte e altre forme espressive. “La suggestiva sinestesia tra luce, suono e colore ha da sempre creato un forte legame tra musica e arte figurativa tanto che molti termini sono comuni a entrambe le discipline – dichiara Chiara Nicora, alla quale è stata affidata la direzione artistica dei concerti – La nuova stagione dei Concerti di Casa Pogliaghi  sviluppa il suo itinerario musicale trasformando gli accordi in macchie di colore, il ritmo in forme, il timbro in sfumature di luce”.

Il primo appuntamento, in concomitanza con le Giornate Europee del Patrimonio, è domenica 20 settembre con Il calore del suono (Katja Markotić, mezzosoprano; Vid Veljak, violoncello; Filip Fak, pianoforte) con musiche di Mozart, Caldara, Schumann, Brahms, Rossini, Dargomyshski, Livadić, Massenet e Franck.

Il secondo concerto di domenica 4 ottobre, intitolato Il colore del suono, vuole essere un omaggio al musicista Alexander Scrjabin in occasione dei cent’anni dalla morte. Il pianista Martin Munch eseguirà l’integrale delle sue dieci sonate per pianoforte per un totale di due ore e mezza di musica. Prevista una pausa dalle 12 alle 13.30 con light lunch.

Chiude la stagione Le luci del suono di domenica 11 ottobre (Davide Vendramin, fisarmonica e bandoneon; Romina Vavassori, pianoforte) con musiche di Trojan, Campogrande, Valtinoni, Stravinsky e Piazzolla.

L’ingresso al museo in occasione dei concerti sarà di €10 a persona, ad eccezione dell’appuntamento di domenica 4 ottobre che ha un costo di €18 a persona comprensivo di light lunch. Le visite guidate (incluse nella tariffa) saranno disponibili prima e dopo il concerto. Dal sito della società Archeologistics è possibile acquistare preventivamente i biglietti. La stagione concertistica è organizzata da Fondazione Pogliaghi, Veneranda Biblioteca Ambrosiana, Archeologistics e Associazione Cameristica di Varese, grazie al supporto dell’Assessorato al Commercio, Turismo e Marketing territoriale del Comune di Varese e Wolters Kluwer. Si ringrazia Tigros Supermercati.

Il programma

Domenica 20 Settembre 2015, ore 10,45

Il calore del suono

Katja Markotić, mezzosoprano

Vid Veljak, violoncello

Filip Fak, pianoforte

Antonio Caldara, “Vage Luci” per voce, violino e pianoforte

Aleksandar Dargomyshski, Elegia per voce, viola e pianoforte

Robert Schumann, Adagio e Allegro op.70 per cello e pianoforte

Johannes Brahms, Geistliches Wiegenlied no.2 op.91 per alto, viola e pianoforte

Cesar Franck, Le Sylphe per mezzosoprano, cello e pianoforte

Johannes Brahms, Scherzo per cello e pianoforte

Ferdo Livadić, Nocturno per pianoforte solo

Jules Massenet, Elegia per mezzosprano, cello e pianoforte

Wolfgang A. Mozart, Arietta: Oiseaux, si tous les ans – K 307

Gioacchino Rossini, Una Lacrima per cello e pianoforte

Charles Gounod, Canto della sera per mezzosoprano, cello e pianoforte

Katja Markotić si è laureata in canto alla Hochschule für Musik di Graz con Ira Malaniuk, perfezionandosi a Viena con F:X: Lukasowsky. Si è esibita con i Solisti di Zagabria, il Quartetto di Zagabria, i Solisti di Milano, il Quartetto di Venezia, l’Orchestra da camera croata, l’Orchestra da camera coreana, l’Orchestra da camera “Roma Classica”, le orchestre sinfoniche di Dubrovnik e Lubiana, DKF Frankfurt. Ha partecipato a tutti i più importanti festival in Croazia (Zagabria, Spalato, Dubrovnik, Osor…) e ha tenuto concerti in Austria, Germania, Ungheria, Polonia, Slovenia, Italia, Spagna, Belgio e Gran Bretagna. Ha ottenuto un notevole successo al festival internazionale “Cervantino XXX” in Messico con l’esibizione al Palacio de Bellas Artes (Mexico City). Ha inciso CD con opere di J. Brahms, D. Pejacevic, J. Slavenski e O. Respighi, e sta incidendo i Lieder di G. Mahler e A. Zemlinsky con l’Orchestra sinfonica della Radio-televisione croata.

Vid Veljak inizia a suonare il violoncello a quattro anni con la violoncellista Tatjana Skljarenko e prosegue gli studi con il prof. Mauro Šestan. Nel 2009 vince il primo premio al Concorso internazionale Daleki akordi a Spalato. Nel 2010 vince il primo premio al Concorso nazionale di violoncello e il primo premio come membro di un trio di pianisti al Concorso statale di musica da camera. Vanta numerose esibizioni in Croazia, Germania e Italia. A soli quattordici anni si iscrive all’Accademia di musica di Zagabria nella classe del famoso violoncellista e professore Valter Dešpalj.

Filip Fak, pianista e compositore, ha compiuto i suoi studi a Zagabria e a Parigi. Si è esibito nei principali centri della Croazia, nonché in una dozzina di paesi europei, negli Stati Uniti ed in Cina, sia come solista sia come musicista da camera e d’orchestra. Accanto ad esibizioni con le maggiori orchestre e formazioni croate, un posto di rilievo nel suo lavoro è ricoperto dalla collaborazione con varie cantanti croate di spicco (Dunja Vejzović, Diana Haller,…). Nel corso dei suoi studi ha vinto numerosi premi in concorsi nazionali e internazionali. Gli è stato inoltre assegnato il Premio del Rettore dell’Università di Zagabria come miglior studente, nonché la borsa di studio della fondazione internazionale Vladimir Spivakov di Mosca e del Gold Country Piano Institute di Nevada City (USA). Lavora all’Accademia di Musica di Zagabria.

 

Domenica 4 Ottobre 2015 ore 10,45

Il colore del suono

Martin Munch, pianoforte

Alexander Skrjabin Sonata n.1 in fa minore op. 6 Allegro con fuoco, adagio, presto,

Sonata n.2 in sol# minore op. 19 Andante, presto

Sonata n. 3 in fa# minore op. 23 Drammatico, allegretto, andante presto con

Sonata n.4 in fa# maggiore op. 30 “Sonata delle stelle” Andante, prestissimo

Sonata n. 5 op. 53 Allegro, impetuoso, con stravaganza

Sonata n. 6 op. 62 Modéré: mysterieux, concentré

Sonata n.8 op. 66 Lento – allegro agitato

Sonata n. 9 op. 68 “Missa nera” Moderato quasi andante – Molto meno vivo

– Allegro molto, Alla marcia – Allegro – Presto – Tempo primo

Sonata n. 10 op. 70 “Sonata degli insetti”

Martin Münch ha studiato musica e filosofia a Magonza e composizione a Karlsruhe con Wolfgang Rihm. Ha dato quasi mille concerti in trenta paesi e ha registrato per la radio e la televisione. Ha composto circa cinquanta pezzi per piano, per Ensemble cameristici e per orchestra. Ha ottenuto il primo premio alla Pyromusikale di Berlino. È direttore artistico dell’associazione Piano International ad Heidelberg e del Neckar-Musikfestival; ha fondato il festival Pianorama di Firenze di cui è anche direttore artistico dal 2005. Nel 2009 è stato presidente di giuria del Concorso Pianistico Internazionale Roma.

 

Domenica 11 Ottobre 2015 ore 10,45

Le luci del suono

Davide Vendramin, fisarmonica e bandoneon

Romina Vavassori, pianoforte

Pierangelo Valtinoni, Concerto per fisarmonica

Nicola Campogrande, Danze del riso e dell’oblio

Astor Piazzolla, Tres Tangos

Romina Vavassori si è diplomata in Pianoforte presso il Conservatorio G. Nicolini di Piacenza. Ha collaborato con prestigiose istituzioni quali la Scuola d’Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo, la Scuola Superiore d’Aosta, l’International Musik Akademie di Koblenz, l’Accademia “Marziali” di Seveso, l’Ars Academy di Roma, l’Orchestra Verdi di Milano, l’Orchestra Sinfonica di Roma, il Mozarteum di Salisburgo e molte altre.

Davide Vendramin ha suonato con l’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra Sinfonica I Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra della Svizzera italiana di Lugano, la Berner Symphonie Orchestre e la Mahler Chamber Orchestra.

15 settembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs