Regione

Regione, Reddito di cittadinanza, Cattaneo ottimista, M5S soddisfatto

consigliocommemorazioneparigiSi è svolta oggi pomeriggio la prima riunione operativa, dopo quella d’insediamento svolta nell’agosto scorso, del gruppo di lavoro sul sostegno al reddito. Al termine del confronto, che ha coinvolto capigruppo, consiglieri regionali di tutti i gruppi politici e l’assessore all’Economia Massimo Garavaglia, il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo. 

Cattaneo, che ha coordinato i lavori, ha così commentato: “Questo primo incontro ha evidenziato visioni simili e non in contrapposizione tra loro; credo ci sia spazio per individuare soluzioni ampiamente condivise. Sono emersi alcuni punti fermi: partire da una proposta a breve termine, entro ottobre, per investire le prime risorse messe a disposizione dal bilancio regionale per il 2015; la necessità di integrare i diversi strumenti sul tema oggi al centro degli interventi dei diversi enti pubblici; che non vi sia un approccio assistenzialista e quindi che sia prevista un’assunzione di responsabilità da parte di chi riceverà il sostegno; individuare un target preferenziale di riferimento”.

Cattaneo ha inoltre auspicato che si possa avviare entro l’anno una sperimentazione, magari anche territorialmente limitata, per testare efficacia di forme più complesse di contrasto alla povertà assoluta. “Ci ritroveremo già la prossima settimana - ha concluso il Presidente Cattaneo - in una riunione nel corso della quale la Giunta potrà portare una prima proposta relativa al 2015: siamo tutti d’accordo nel puntare ad intervenire sui ticket e sulle politiche attive per il lavoro. Nella stessa riunione potrà iniziare il confronto sull’intervento organico, più strutturato, che potrà sfociare in un progetto di legge che mi auguro si possa approvare entro l’anno”. 

Interviene anche Stefano Buffagni, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle della Lombardia, che dichiara: “Siamo soddisfatti dell’andamento del tavolo di lavoro. In Lombardia possiamo davvero battere l’incapacità di Renzi per dare un sostegno concreto ai cittadini in difficoltà. Tutti i gruppi politici hanno convenuto di seguirci su di una proposta strutturata come uno strumento unico che aiuti chi oggi vive in povertà a rientrare nel mondo del lavoro con politiche attive, sostegno al reddito con lavori utili alla collettività, sostegno all’affitto”.

“I primi 50 milioni di euro nel 2015 saranno usati per la riduzione dei ticket su ai redditi più bassi e per sostenere la popolazione ultracinquantenne nel rientrare nel mondo del lavoro. Dal primo gennaio avremo la sperimentazione del reddito di cittadinanza vero e proprio. Troppi lombardi hanno perso il lavoro: grazie al Movimento 5 Stelle si iniziano a dare risposte concrete ai lombardi. ”, conclude Buffagni.

14 settembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs