Regione

Regione, L’elisir d’amore di Donizetti a Malpensa, Maroni lo presenta alla Scala

 

Maroni presenta l'iniziativa nel Ridotto della Scala

Maroni presenta l’iniziativa nel Ridotto della Scala

“E’ un’iniziativa che rappresenta una novita’ assoluta che mette insieme la grande eccellenza lombarda nella musica, come il bergamasco Gaetano Donizetti, con un’altra nostra eccellenza come l’aeroporto di Malpensa. Una sperimentazione che vogliamo fare, come Regione Lombardia, con la Rai e con la Scala, e con altri sponsor, e sono sicuro che sara’ un grande successo”. Lo ha spiegato il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, incontrando i giornalisti al Ridotto dei Palchi del Teatro alla Scala, alla conferenza stampa di presentazione de ‘L’elisir d’amore a Malpensa’.

Alla conferenza stampa sono intervenuti tra gli altri, Pietro Modiano, amministratore delegato Sea; Luigi De Siervo, amministratore delegato Rai Com e Alexander Pereira, Sovrintendente e Direttore artistico Teatro alla Scala.

“Come Regione Lombardia – ha poi ricordato Maroni - nell’assestamento di Bilancio abbiamo messo oltre 5 milioni di euro per sostenere le fondazioni di spettacolo partecipate dalla Regione Lombardia, tra cui la Scala, ma non solo. Queste risorse che siamo riusciti a trovare nel nostro bilancio nonostante i tagli che stiamo subendo da Roma sono risorse importanti, che abbiamo voluto mettere perche’ e’ giusto sostenere queste iniziative che rappresentano un’eccellenza per la Lombardia, che non e’ solo la Regione delle fabbriche e delle piccole medie imprese che producono un quarto del Pil nazionale, ma e’ anche una Regione di storia, cultura, arte e musica. Abbiamo tanti luoghi di cultura qui, abbiamo dieci siti patrimonio dell’Unesco, abbiamo la Scala, e penso sia giusto sostenere eventi come questo, che rappresentano anche una promozione della nostra Regione dal punto di vista del turismo e in questo caso dell’innovazione”.

2 settembre 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “Regione, L’elisir d’amore di Donizetti a Malpensa, Maroni lo presenta alla Scala

  1. alessio fornasetti il 2 settembre 2015, ore 20:06

    malpensa è uno scempio nel contesto del meraviglioso territorio varesotto.
    inquinamento, indotto economico modesto e improduttivo, impoverimento delle risorse ambientali e culturali: usare Donizzetti per un make-up di sapore risarcitorio è una operazione di bassissimo profilo politico. Mi chiedo come sia possibile che un ente come la Scala si abbassi a questa strumentalizzazione. ovviamente non ci metterò piede e farò di tutto per convincere amici e mondo della cultura a disertare.
    alessio fornasetti

  2. Bruno Belli il 3 settembre 2015, ore 09:55

    Sig. Fornasetti, per convincere il “mondo della cultura”, magari cominci a scrivere Donizetti con un “z” sola.

  3. Mariella Crescentini il 4 settembre 2015, ore 17:13

    Nel mondo d’oggi, tutti vogliono dire di tutto e pretendono di sapere tutto. Siamo diventati presuntosi.
    Non sappiamo più capire le ragioni degli altri per partito preso o semplicemente per troppa pienezza di noi stessi. Penso che prima dovremo vedere il risultato. La critica a priori di questo appuntamento a Malpensa suona preconcetta.
    Forse la frustata di Belli al lettore è un pochino eccessiva e sprezzante, però inquadra il problema.

Rispondi

 
 
kaiser jobs