Arcisate

Arcisate, Raccolta funghi, è polemica tra Comunità del Piambello e Pirellone

funghiCom’è noto, una nuova legge regionale, approvata lo scorso 25 maggio, ha dettato nuove regole per la raccolta di funghi epigei, i funghi comuni. Da una parte, si stabilisce che si tratta di un’attività svolta a titolo gratuito su tutto il territorio regionale e, dall’altra, che i comuni ricompresi nel territorio delle comunità montane possano introdurre il pagamento di un contributo a carico dell’utente. Ciò può avvenire, secondo la disposizione regionale, attraverso l’approvazione di una convenzione da stipularsi tra tutti i comuni interessati.

Sul tema interviene il presidente della Comunità Montana del Piambello, Maria Sole De Medio. Il presidente della comunità che raccoglie 20 Comuni del Varesotto, ricorda come “la comunità montana abbia proposto ai comuni un testo di convenzione contenente la gratuità per tutti i residenti nel territorio della comunità. Tale convenzione è stata approvata dall’assemblea comunitaria lo scorso 20 luglio, mentre i comuni stanno provvedendo in merito in queste settimane”.

Tuttavia, un imprevisto rischia di costringere a fare un passo indietro circa la gratuità della raccolta per i residenti. Infatti la giunta della Regione Lombardia ha emanato una nuova delibera che prevede che nelle comunità montane che si siano avvalse della possibilità di introdurre il pagamento del contributo, possano essere esentate soltanto alcune categorie (coltivatori diretti, soggetti che hanno in gestione propria l’uso del bosco, soci di cooperative agricolo-forestali). “Ciò esclude che tra i soggetti esentati possano esserci anche i cittadini residenti nel territorio della comunità montana”, rimarca la De Medio.

Una posizione, quella del Pirellone, che la De Medio giudica “discutibile”. E che comporta uno stop per tutti i Comuni. Come dice la De Medio, “in attesa che la Regione torni sui propri passi, si rende quindi opportuno revocare le deliberazioni di approvazione della convenzione, anche per non ingenerare degli equivoci e dei disagi in capo ai cittadini e ai soggetti preposti al controllo”.

21 agosto 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs