Varese

Varese, Entra nel vivo il Premio fotografico dedicato a Riccardo Prina

Riccardo Prina

Riccardo Prina

Torna il Premio dedicato a Riccardo Prina “un racconto fotografico”, giunto quest’anno alla quinta edizione.L’Associazione Amici di Piero Chiara, la famiglia Prina, gli Amici di Riccardo ricordano il critico d’arte e di fotografia Riccardo Prina realizzando un concorso internazionale, un Premio di fotografia a lui dedicato, con il patrocinio di Regione Lombardia e Expo 2015, con il sostegno di Repubblica e Cantone Ticino, Provincia di Varese, Comune di Varese, Triennale di Milano e Galleria Ghiggini di Varese.

La giuria tecnica composta da:
- Mauro Gervasini (Presidente), critico cinematografico
- Marina Ballo Charmet, fotografa e video artista
- Rolando Bellini, critico d’arte
- Rudi Bianchi, collezionista fotografico e fotografo
- Riccardo Blumer, architetto e designer
- Francesca Damiani Prina
- Claudio De Albertis, presidente de La Triennale di Milano
- Giorgio Falco, scrittore
- Marco Introini_Photography, architetto e fotografo
- Bambi Lazzati, docente di storia dell’arte e direttrice del Premio Chiara
- Carlo Madesani, gallerista Camera16 Contemporary Art,
- Sabrina Ragucci, artista e docente di linguaggio fotografico
- Elisabetta Sgarbi, regista, editor Bompiani e direttrice del festival La Milanesiana
ha valutato le opere pervenute alla segreteria del Premio Chiara – Festival del Racconto, selezionando i seguenti 20 finalisti:
- Gianpaolo Arena,
- Enrico Bedolo,
- Barbara Boiocchi,
- Simone Bossi,
- Alberto Canepa,
- Martina Cutuli,
- Marco Dapino,
- Nicola Domaneschi e Marco Verdi,
- Massimiliano Gatti,
- Francesco Ghisi e Maria Fabia Crosta,
- Anna Gervasini,
- Beatrice Gussoni,
- Allegra Martin,
- Yelena Milanesi,
- Simone Mizzotti,
- Barbara Palazzi,
- Matteo Pasin,
- Luca Quagliato,
- Andrea Tesauri,
- Valentina Zanzi.
In questa edizione del Premio (concorso internazionale a partecipazione gratuita e riservato a fotografi professionisti o dilettanti tra i 18 e i 40 anni d’età) era richiesta la realizzazione di una sequenza fotografica che avesse in sé un’idea di narrazione, in massimo 10 scatti (corredata da un testo di massimo 300 battute che spiegasse il racconto fotografico). Tutte le opere partecipanti dovevano essere originali ed inedite; i vincitori e i menzionati delle passate edizioni non possono più iscriversi.
Le opere finaliste saranno esposte dapprima alla ‪Triennale‬ di ‪‎Milano‬ e in seguito presso GHIGGINI 1822 galleria d’arte a ‪‎Varese‬, ove avverrà anche la premiazione.Queste le date degli appuntamenti legati al Premio (e più in generale alla ‪fotografia‬) all’interno del Festival del Racconto 2015:
Martedì 8 settembre alle ore 18.00 presso la Triennale di Milano, viale Alemagna 6 incontreremo il fotografo altoatesino Walter Niedermayr, che ci presenterà il suo lavoro, le sue osservazioni sulle conseguenze nel paesaggio alpino dell’avanzare del turismo di massa e dell’industrializzazione; una ricerca focalizzata sull’atto stesso del guardare fotografico e sui suoi limiti. Introduce William Guerrieri
Martedì 8 settembre alle ore 19.00, sempre presso la Triennale, verrà inaugurata la mostra dei finalisti del Premio Prina, allestita nell’avveniristico spazio TIM4Expo. La mostra sarà visitabile fino al 14 settembre successivo, tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00
Sabato 12 settembre alle ore 17.00, sempre presso la Triennale, presenteremo l’evento “Lo sguardo del paesaggio. Un viaggio attraverso il paesaggio italiano”, con Giuseppe Goffredo e Cosmo Laera. Questo il tema: <Sembra inarrestabile in Italia la disintegrazione del paesaggio che è anche il disfacimento della nostra soggettività culturale e di civiltà. Cosa ci rimane? Dove ritrovare il senso della bellezza e dell’essere? Un parallelo tra il linguaggio poetico di Giuseppe Goffredo e il viaggio fotografico di Cosmo Laera>
Domenica 11 ottobre alle ore 16.00, presso la Galleria ‪‎Ghiggini‬ di Varese, via Albuzzi 17, avverà la PREMIAZIONE DEL VINCITORE E DEI MENZIONATI del Premio Riccardo Prina 2015. Contestualmente presenteremo il catalogo del Premio ed inaugureremo la mostra dei lavori finalisti, che sarà visitabile fino al 24 ottobre successivo, da martedì a sabato, negli orari 10.00 -12.30 e 16.00 – 19.00
Domenica 11 ottobre alle ore 18.00, presso FAI – Villa Panza di Varese, Piazza Litta 1, incontreremo Gianni Berengo Gardin, maestro della fotografia, che si racconterà attraverso la sua passione, il suo lavoro, le sue immagini dove ha fissato con il suo occhio attento al mondo più di mezzo secolo di storia italiana e internazionale, dall’architettura, al paesaggio e alla vita quotidiana. Condurrà Marco Introini.
Domenica 18 ottobre alle ore 21.00, sempre a Villa Panza, presenteremo il volume “Varese Valli Varesine. Volti dell’agricoltura, armonia del Paesaggio”, edito dall A.F.I. Archivio Fotografico Italiano. Il libro, facente parte della collana “Libri d’autore”, è una ricerca che racconta la provincia di Varese attraverso gli ambienti rurali, i volti e i panorami, un territorio che mantiene una vocazione agricola ma anche turistica grazie alle bellezza dei paesaggi immersi in silenzi rasserenanti. Intervengono Claudio Argentiero e Angela Viola.

15 agosto 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs