Varese

Varese, Mostra della pittrice ungherese Maria Kopacz al Sacro Monte

Una tela dell'artista ungherese

Una tela dell’artista ungherese

Il 19 agosto 2015 alle ore 17.30 verrà inaugurata la nuova mostra d’arte contemporanea al Camponovo, nei locali del Percorso Storico Museale situato ai piedi del Santuario della Madonna del Monte, Sacro Monte di Varese. Si tratta della quarta iniziativa patrocinata dal Centro Culturale Caravati ed inserita nella programmazione degli eventi EXPO organizzata dal Governo Ungherese in collaborazione con Carpathia, realizzatrice del Padiglione EXPO all’Ungheria.

In programma alle ore 17.30 il Vernissage alla presenza delle Autorità, a cui seguirà il Concerto del maestro ungherese Banda Adam, violino solista, che suonerà un prezioso Stradivari. L’inaugurazione della mostra coincide con i festeggiamenti ungheresi per la ricorrenza del patrono Stefano I d’Ungheria, o santo Stefano d’Ungheria, primo re ungherese, vissuto nell’Anno Mille, fondatore dello Stato e della Chiesa ungheresi, e venerato come santo dalla Chiesa cattolica e ortodossa. Personalità provenienti dal mondo artistico e culturale internazionale, saranno ospiti di una elegante cena di gala, solo su invito, che completerà la serata nello splendido Salone delle Feste del Camponovo; a ricevere gli ospiti il commissario straordinario ungherese per l’EXPO Gesa Szocs.

Maria Kopacz è un’artista ungherese di origine transilvana, che dal 1996 vive e lavora a Szentendre (Ungheria), nella regione del fiume Tisza, affluente del Danubio. Dopo aver frequentato il Collegio delle Belle arti di Kolozsvàr, il suo esordio è stato caratterizzato dalla produzione di opere grafiche, successivamente l’artista si è dedicata esclusivamente a dipinti e illustrazioni a colori. In oltre trent’anni di attività ha realizzato numerose esposizioni prevalentemente nei paesi dell’Est Europeo e in Germania, dove è stata recensita nelle più importanti pubblicazioni d’arte. Prima di Santa Maria del Monte a Varese, i dipinti di Maria Kopacz sono stati esposti a Pechino presso il Museo delle Belle Arti nella sezione di Arte Ungherese.

Protagonisti dei quadri di Maria Kopacz sono angeli, bambole, streghe e personaggi circensi: una popolazione fantastica che vive in un mondo di sogni, una dimensione onirica che la letteratura ha spesso associato alla quotidianità della gente che vive nella regione Tisza, unico fiume che scorre per intero in Ungheria. A volte i dipinti di Maria Kopacz si estendono oltre il margine e sulle cornici realizzate a mano dall’artista; a volte contengono piccole storie scritte a mano da bambini: l’artista è anche una illustratrice per l’infanzia nota a livello internazionale.

La mostra sarà aperta fino al 10 settembre, da mercoledì a domenica ore 10-18.

12 agosto 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs