Sport

Coupe de la Jeunesse, La Canottieri Varese porta a casa 4 medaglie

OLYMPUS DIGITAL CAMERAIl settore maschile della Canottieri Varese torna a vestirsi di azzurro e lo fa alla grande. Matteo Spreafico e Riccardo Zoppini rientrano in Italia con quattro medaglie al collo, rispettivamente due d’argento e due d’oro, dalle due giornate di gara a Szeged (Ungheria) per la trentunesima edizione della Coupe de la Jeunesse.
“La Canottieri Varese grazie ai suoi due guerrieri azzurri aveva già vinto in partenza”, dichiara infatti il direttore sportivo Luca Broggini: “Avevamo promesso di ritornare in nazionale con il settore maschile, i nostri ragazzi ci hanno regalato anche le medaglie. Due ori e due argenti, un bottino meraviglioso che vorrei condividere con tutti i ragazzi, lo staff tecnico, la dirigenza e quei tifosi veri che ci spronano sempre”.
I risultati degli atleti varesini si collocano perfettamente in linea con quelli della restante squadra azzurra. È infatti l’Italia ad aggiudicarsi questa edizione della Coupe de la Jeunesse, così come fece lo scorso anno.
Doppio argento per Matteo Spreafico nella specialità del quattro di coppia. Ieri una gara al cardiopalmo ha visto l’equipaggio italiano davanti per i primi 1000 metri, quando poi l’Irlanda ha sferrato l’attacco che ha portato gli atleti dell’isola di San Patrizio ad aggiudicarsi la medaglia d’oro. Domenica il risultato non cambia e malgrado un buon distacco sulla Spagna – terza classificata – l’equipaggio azzurro deve accontentarsi ancora una volta della medaglia d’argento. Soddisfatto dell’esperienza internazionale Matteo Spreafico dichiara: “ E’ la mia prima gara internazionale seria.  La partenza è stata molto emozionante, sentir nominare i vari Paesi e  rappresentare il mio, è stato davvero bello. Sul passo la barca volava e passare davanti al pubblico è stata una grande soddisfazione. Questa esperienza e queste medaglie ripagano il duro lavoro e i sacrifici fatti durante la stagione!”.
Il giovanissimo Riccardo Zoppini si è invece trovato a timonare l’ammiraglia dell’otto maschile azzurro. Doppio successo e doppio oro per lui e i suoi compagni. Sabato l’armo azzurro, dopo una dura lotta con Gran Bretagna e Olanda, riesce ad aggiudicarsi la medaglia del metallo più prezioso, per ripetere questa mattina l’impresa, con maggiore difficoltà: l’equipaggio del Belgio infatti sferra un forte attacco ai nostri atleti che danno però il tutto e per tutto gli ultimi metri, conquistando l’oro con 7 decimi di vantaggio sui belgi. “Nonostante quest’anno sia la terza gara internazionale la tensione è sempre più forte perché le gare diventano sempre più importanti – dichiara il giovane Riccardo -. Il cuore mi batteva a mille quando il giudice ha chiamato il PRONTI. Al termine la soddisfazione è tantissima, le gare infatti non potevano andare meglio di così”.
Le avventure internazionali di atleti giallo-azzurri non finiscono qui. La nostra Nicoletta Bartalesi è infatti in viaggio verso Rio de Janeiro per gareggiare, la prossima settimana, in quattro senza per il Campionato del Mondo Juniores. Continuiamo quindi a sostenere i nostri atleti e, come sempre, Forza Varese e Forza Azzurri!

 

2 agosto 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs