Sport

L’australiana Marion Gaemers: “Felice di poter remare sul Lago Maggiore”

gaemersDall’Australia, con grande entusiasmo e voglia di remare nelle acque del Lago Maggiore per il FISA World Rowing Tour dal 12 al 20 settembre. Marion Gaemers, 57 anni, arriverà in Lombardia assieme al partner Graham Ward. “Lui è alto ed io sono bassa, ma nonostante questo sembra che siamo bravi a vogare assieme quando usciamo in doppio…”.

Una passione straordinaria. “E’ uno sport splendido, a contatto con la natura. Io vivo a Queensland dove i nostri fiumi pullulano di uccelli. Mi piace tenermi in allenamento guardando proprio il nostro fiume cambiare con l’alternarsi delle stagioni. Tra l’altro, abbiamo anche un coccodrillo a cui prestare attenzione…”. Di professione artista. “La mia forma d’arte principale è il vimini ed io uso materiale vegetale per costruire i contenitori e mi dedico anche a forme scultoree . Non guadagno molto con quest’attività, quindi lavoro anche part-time in una libreria”. Rema sia per il Townsville sia per il James Cook Rowing Club. “Remo tra 2 sbarramenti che sono 4 km di distanza. Tre mattine alla settimana mi alzo alle 4:30 per iniziare l’attività alle 5 in singolo o in doppio con il mio compagno Graham Ward. Circa un’ora e siamo di nuovo a casa dalle 6 del mattino. In estate, è più facile vedere gli uccelli e altri animali selvatici, ma anche tartarughe e delfini . Il nostro club ha anche atleti molto competitivi anche se io e Graham preferiamo concentrarci sull’attività amatoriale. Potete visitare il nostro sito a quest’indirizzo: http://www.townsvillerowing.com.au/. Io sono anche membro dell’associazione che in Australia promuove il Coastal Rowing. Abbiamo 12 barche a Queensland e tre a Townsville “.

Sarà il quarto FISA World Rowing Tour. “Mi sono sempre divertita molto, precedentemente in Gran Bretagna, Olanda e Irlanda a contatto con la storia remiera di questi paesi. Italia? Ci sono stata, per cinque giorni, nel 1982, durante un viaggio di sei settimane in Europa. Quest’anno trascorrerò anche una settimana sul lago di Como, a Menaggio, e visiterò anche Milano prima di ripartire per l’Australia”. Le aspettative. “Giornate di sole sul Lago Maggiore, piacevoli uscite in barca, buona compagnia e ottimo cibo”. Marion è ormai esperta in sport di resistenza, quindi 180 km in 6 giorni “sono alla portata, visto che oltre a remare per tre volte alla settimana pedalo per lunghi percorsi nella mia zona”. Canottaggio e Turismo, binomio sempre più inscindibile. “Io e Graham siamo turisti e vogliamo visitare più paesi. Il Canottaggio è un’occasione per viaggiare e conoscere nuove persone all’estero con cui hai in comune una passione”. Marion e l’Italia. “Sono molto entusiasta di questa nuova esperienza perché ritroverò vecchi amici che ho incontrato in precedenti FISA World Rowing Tour . Ho incontrato alcuni australiani, provenienti da altre parti d’Australia, che non avrei mai incontrato se non avessi abbracciato l’iniziativa della FISA . A causa del nostro primo viaggio FISA. abbiamo incontrato Warwick e Craig Kevin Hayes e Bev James ( che sono anche in corso in Italia, li abbiamo conosciuti in Irlanda e in Inghilterra . Questi contatti ci danno anche la possibilità di incontrarci e remare assieme anche in diverse parti del nostro paese”.

Il Lago Maggiore Rowing Tour, curato dalla Canottieri Luino con la collaborazione dei club remieri italo-svizzeri del Verbano, Arolo, Pallanza e Locarno, dei partner di supporto Cerro, Ispra, Caldè, Angera e Cannero e il sostegno organizzativo di due circoli canoistici (Circolo Sestese Canoa e Kayak e Canottieri Lesa) e velici (Unione Velica Maccagno e Associazione Velica Alto Verbano Luino), gode del patrocinio della Regione Lombardia, della Regio Insubrica e Comunità Montana Valli del Verbano. Partner istituzionali di riferimento che stanno operando in stretta sinergia con il Comitato Organizzatore sono la Provincia di Varese e i Comuni di Maccagno e Luino.

 

25 luglio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs