Varese

Varese, Novità, “chicche” e riconferme nella stagione dell’Ucc Teatro

Da sinistra De Sanctis, Longhini e Longoni

Da sinistra De Sanctis, Longhini e Longoni

Con un inatteso (e dantesco) “e quindi uscimmo a riveder le stelle”, è stata lanciata questa mattina, al Teatro Ucc di Varese, la nuova stagione 2015-2016. Una trentina di spettacoli che vanno dalla Prosa alla Danza, dal Cabaret ai Concerti fino al Musical. Proposte che sono state illustrate dal direttore organizzativo, Filippo De Sanctis e dal direttore artistico, Gianmario Longoni, alla presenza dell’assessore alla Cultura del Comune di Varese, Simone Longhini. Assente invece il costruttore Guglielmi.

Il teatro di piazza Repubblica fa dunque un altro passo in avanti, pur provvisorio da quando è nato, ma guardando ora al nuovo teatro che la città sta attendendo e che l’assessore Longhini ha subito evocato all’inizio della conferenza stampa di presentazione. Partenza della stagione sabato 24 ottobre.

Il nuovo teatro, come ha detto Longhini, è una novità che la città vedrà in linea con l’accordo di programma e i concorsi che si sono svolti. Un nuovo teatro che “farà tesoro dell’esperienza dell’Apollonio e che nasce proprio perchè questo teatro ha consolidato un pubblico che da anni segue la sua programmazione”. Una continuità che, nelle parole dell’assessore, è apparsa una interessante novità, e che tuttavia al momento resta ancora molto lontana, dato che passeranno ancora diverse stagioni prima di vedere apparire la nuova struttura.

Per ora è bene guardare il cartellone del teatro che esiste già. Un cartellone che, pur non vantando grandissimi nomi (eppure pare che qualche grande nome potrebbe aggiungersi in corso, come nel caso del nome, che qualcuno sussurra, di Gigi Proietti), offre un’offerta ricca, certamente capace di attirare l’attenzione del pubblico varesino. A partire dal cartellone della Prosa, che propone un Amleto di Shakespeare con Daniele Pecci, protagonista di fiction tv di grande successo e di gossip rosa, un Enrico IV con l’intramontabile Franco Branciaroli, un Aspettando Godot di Beckett con la regia di Maurizio Scaparro, un De Filippo con la regia di Alessandro D’Alatri, una Medea di Anouilh con una azzardatissima Barbara De Rossi.

Ma, come dice il mitico Longoni, “è una stagione dove si ride molto”. E infatti sono numerosi gli attori comici, spesso provenienti da Zelig e dintorni: tornano Ale & Franz, arriva la coppia formata da Gianluca Ramazzotti e Antonio Cornacchione, non manca la coppia Nuzzo-Di Biase, e poi Debora Villa, Maurizio Lastrico, Giuseppe Giacobazzi, Andrea Pucci, Francesco Pannofino, Marta (Zoboli) e Gianluca (De Angelis).

Alcune curiosità che non mancheranno di colpire lo spettatore, vere e proprie “chicche” da non perdere: è il caso dello spettacolo Le Olimpiadi del 1936 con Federico Buffa che aprirà la stagione del palcoscenico di piazza Repubblica, il debutto degli umoristi Gino e Michele diretti da Paolo Rossi con Passati col rosso, un interessante Modigliani con Marco Bocci, un irriverente Marco Travaglio con SLURP. A tutto questo va aggiunta una proposta per la notte di San Silvestro a cui gli organizzatori stanno lavorando.

Non mancano i quattro appuntamenti con I Legnanesi, il tour di Nek e il gradito ritorno di Massimo Ranieri con Sogno e son desto 3. Al momento in programma c’è solo il musical Grease, ma De Sanctis e Longoni hanno già fatto capire che non resterà l’unico.

17 luglio 2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs